Sport

Sport, rassegna stampa 11 ottobre: Pellegrini-Paltrinieri, polemica infinita

rassegna-stampa-sport-11-ottobre

Sport, rassegna stampa 11 ottobre

ROMA – Tutte le principali news sullo sport, motori e tanto altro nei giornali italiani di oggi, mercoledì 11 ottobre.

Non si placano le polemiche sul premio Castagnetti consegnato a Stefano Marini che hanno visto Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri litigare sui social. Come riporta la Gazzetta dello Sport, dopo questa lite, sempre sui social-media, erano arrivati insulti gli del figlio di Stefano, Tommaso Marini ai danni della nuotatrice azzurra di cui ha chiesto scusa. Intanto dalla Federazione Italiana Nuoto spiegano che la Procura federale ha aperto un’inchiesta. “Il Presidente Paolo Barelli comunica che la Procura Federale ha aperto un’indagine acquisendo tutti gli atti disponibili per valutare eventuali responsabilità di tesserati relative ad una vicenda che lede l’immagine del nuoto, dei suoi atleti, dei suoi dirigenti e dei suoi tecnici”.

La Fiat Torino sta facendo sul serio. Dopo l’acquisto dell’ex Nba Sasha Vujacic e due vittorie in due gare in campionato, stasera gioca la sua partita di Eurolega contro Zagabria. A Tuttosport, il capitano Giuseppe Poeta afferma che la squadra è carica per il match. Nonostante abbia giocato relativamente poco, Poeta intende dare un contributo a Torino.

Con una modesta figura della Ferrari, a Maranello non poteva arrivare che un meritatissimo Tapiro. “Dopo tre GP da dimenticare (Singapore, Malesia e Giappone)- scrive Corrieredellosport.it – , Striscia la Notizia ha deciso di premiare la Ferrari con il famoso riconoscimento”. A penalizzare le vetture della rossa nell’ultima gara sarebbe stata una candela difettosa, scatenando le reazioni ironiche sui social-media.

Finisce l’incubo di Miriam Sylla, pallavolista della Foppapedretti e della Nazionale accusata di doping. La Gazzetta dello sport riporta la notizia della sua assoluzione e già da domenica potrebbero tornare in campo con la sua squadra. Sylla ha iniziato la sua squalifica a settembre perché trovata positiva, anche se con percentuali bassissime, al clenbuterolo. Poco dopo l’ipotesi di contaminazione alimentare ha preso sempre più campo, tanto che un’altra pallavolista era stata trovata positiva a questa sostanza. CLICCA QUI PER LA RASSEGNA DEL GIORNO PRIMA.

To Top