Blitz quotidiano
powered by aruba

Taranto e Reggina in Lega Pro? Ripescate probabili e bocciate (Cavese, Paganese, Monza)

ROMA – Il Taranto e la Reggina saranno ripescati in Lega Pro, insieme con Melfi, Fondi, Lupa Roma, la Lupa Castelli Romani che ha cambiato nome in Racing Roma, Olbia, Albinoleffe, Forlì e Vibonese (la squadra di Vibo Valentia). Il Fano invece sarà riammesso in Lega Pro, non ripescato. Queste le 11 squadre che, a meno di sorprese, dovrebbero far parte delle 60 che comporranno i tre gironi di Lega Pro 2016-17. Criteri più stringenti per il ripescaggio, ma dimezzata da 500 mila euro a 250 mila euro la “fiches” di ingresso richiesta ai club ripescati.

Bocciato il ricorso della Paganese, che ha problemi di bilancio. Li aveva già un anno fa, quando fu ripescata per la Lega Pro 2015-16. Il club campano è da tempo in trattativa con l’Agenzia delle Entrate per concordare un piano di rientro delle tasse non pagate. In un anno però il bilancio della Paganese è ancora più fragile: bocciato il ricorso quindi, così come per gli stessi motivi era stato bocciato quello della Pro Patria.

Fra le bocciate con ogni probabilità ci saranno anche la Cavese che ha presentato una domanda incompleta in alcuni aspetti, e il Monza che non rientra nella graduatoria ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti, non avendo partecipato ai playoff.

Rimane un problema: con le 11 squadre sopra menzionate, si arriva a 59. Resta un posto vacante: l’ipotesi più accreditata è che la Lega Pro proroghi di due giorni i termini per chiedere il ripescaggio.