Blitz quotidiano
powered by aruba

Tifoso urla: “Vai a lavare i piatti”. Arbitro donna sospende partita FOTO

ROMA – “Arbitro, vai a lavare i piatti”. A gridare la frase è un tifoso inferocito che si rivolge così al giudice di gara, provocando la sospensione immediata della partita fra Ue Valls e Cambrils Uniò della seconda divisione regionale catalana in Spagna.

L’arbitro in questo caso è una donna: da qui la frase decisamente “machista” del tifoso. La donna che sta dirigendo la partita, Marta Galego, dopo aver udito la frase ha immediatamente applicato la direttiva della Federazione calcio spagnola contro le offese di questo tipo. La Galego ha fischiato per fermare i giocatori ed ha chiesto al delegato dell’Ue Valls, la squadra locale, di intervenire.

Il tifoso è stato individuato ed espulso dallo stadio. Dopo qualche minuto il gioco è ripreso con il pubblico che ha ricoperto di applausi l’arbitra. Marta Galego ha detto di essere rimasta felice del fatto che “Il pubblico ha sostenuto me”.

In Argentina intanto, un pugno ha colpito in faccia un arbitro che finisce in ospedale. Leonardo Vera, calciatore del Quilmes de Rafaela, nel corso della stracittadina con lo Sportivo ha colpito l’arbitro con un pugno al volto al 42′ del primo tempo e lo ha messo ko. Non a caso la gara è stata sospesa e l’arbitro è stato trasportato subito in ospedale.

Immagine 1 di 4
  • Spagna, tifoso urla Vai a lavare i piatti. Arbitro donna sospende la partita 2
  • Marta Galego
  • Al centro Marta Galego
Immagine 1 di 4