Blitz quotidiano
powered by aruba

Torino-Juve: 2 turni a Khedira, insulti arbitro. Bonucci…

TORINO  – Due giornate di squalifica allo juventino Sami Khedira per “avere, al 41° del secondo tempo, rivolto all’arbitro espressioni ingiuriose”. Il giocatore tedesco era stato espulso. E’ la decisione del giudice sportivo, per il contestatissimo derby tra Torino e Juventus. Una giornata è stata inflitta anche allo juventino Leonardo Bonucci, ammonito per proteste e già diffidato.

Gli altri squalificati. Una giornata per uno di squalifica è stata inflitta anche a Gastaldello e Mbaye (Bologna); Lulic (Lazio), comportamento scorretto nei confronti di un avversario; Rebic (Verona), Crimi e Suagher (Carpi), Glik (Torino), Hetemaj (Chievo), Kalinic (Fiorentina), Alex Sandro (Juve).    Il giudice Tosel ha poi deciso di non usare la prova tv per una gomitata del sampdoriano Fernando al clivense Cesar, in quanto già “valutata dall’arbitro”.

Proprio Bonucci era stato al centro delle polemiche del dopo partita (insieme all’episodio del gol annullato a Maxi Lopez per un fuorigioco che la moviola ha mostrato inesistente) per il “testa a testa” con l’arbitro Nicola Rizzoli.

Proprio l’arbitro, raggiunto al telefono dal direttore di Tuttosport Paolo De Paola, ha negato che ci sia stato qualcosa di vagamente somigliante a una testata. Tutto è avvenuto come riporta Dagospia,  durante la trasmissione Tutti in campo, in onda sull’emittente campana Canale 9 condotta da Walter De Maggio, con la partecipazione dell’on. Clemente Mastella, del procuratore Enrico Fedele, lo scrittore Maurizio De Giovanni, il giornalista Toni Iavarone, l’ex giocatore del Napoli, Francesco Montervino; Paolo De Crescenzo, pluricampione e allenatore di pallanuoto.

De Maggio ha chiamato Rizzoli e l’ha passato al direttore De Paola. Rizzoli non è intervenuto in diretta poiché gli è vietato dalle norme dell’Aia, ma a De Paola ha raccontato la sua versione sui fatti di Torino. Riconoscendo di avere arbitrato male, perché una giornata no può capire anche agli arbitri.

Queste le parole dell’arbitro riportate da De Paola: Bonucci ha solo protestato, non mi ha dato nessuna testata, non c’è stata nessuna intimidazione. Lo stavo allontanandolo da Irrati. Nessuno parli di testa contro testa perché queste sarebbero scene da film e non è andata affatto così.

Immagine 1 di 4
  • Torino-Juve, Rizzoli: Ho arbitrato male, ma no testata Bonucci
Immagine 1 di 4