Torino

Emiliano Mondonico: “70 anni? Devo lottare, la malattia è tornata”

Emiliano Mondonico: "70 anni? Devo lottare, la malattia è tornata"

Emiliano Mondonico ANSA/SERENA CAMPANINI

TORINO – Emiliano Mondonico ha compiuto 70 anni ed è stato festeggiato dal Torino e dall’intero mondo del calcio ma in occasione di questa ricorrenza ha rivelato a Il Giornale di essere tornato a lottare contro il tumore.  

“Devo lottare ancora, la malattia è tornata” ha confermato Emiliano Mondonico nel corso dell’intervista rilasciata a Il Giornale giovedì 9 marzo in occasione del suo 70esimo compleanno.

“Le battaglie più difficili le sto combattendo per mettere al tappeto la brutta bestia che bussa alla mia porta – ha confessato il Mondo -. Ma io non mi arrendo. Se tornerò ad allenare? La malattia non mi permette di essere al 100% e se non sei al massimo non puoi buttarti nella mischia. Mi consolo con quelle cinque cose terribili che mi hanno tolto dallo stomaco”.

Il Torino festeggia i 70 anni di Emiliano Mondonico, uno degli allenatori più amati nella storia del club granata, ricordato soprattutto dai tifosi per il celebre episodio della sedia alzata nella finale di Coppa Uefa, persa dal Torino ad Amsterdam, 25 anni fa, con tre pali colpiti.

Il Torino lo celebra sul sito della società: “Mondonico ha giocato per due stagioni nel Toro, dal 1968 al 1970 per un totale di 32 partite e 11 gol. Ma è da allenatore che ha raccolto le maggiori fortune sotto la Mole.

E’ stato tecnico del Toro una prima volta dal 1990 al 1994 (vincendo una Mitropa Cup, una coppa Italia e arrivando in finale di coppa Uefa, poi persa nella sfortunata partita contro l’Ajax ad Amsterdam) e una seconda volta dal 1998 al 2000, riportando dapprima il Toro in serie A, ma retrocedendo l’anno successivo”.

To Top