Torino

Torino-Inter streaming – diretta tv, dove vederla

  • Torino-Inter streaming - diretta tv, dove vederla
  • Torino-Inter streaming - diretta tv, dove vederla
Torino-Inter streaming - diretta tv, dove vederla

Joe Hart
ANSA/PAOLO MAGNI

Torino-Inter IN DIRETTA TV, ORARIO, DOVE VEDERLA IN STREAMING, DOVE VEDERLA SU PC – Torino-Inter (orario 18.00), partita valida per il campionato italiano di calcio di Serie A (classifica e calendario), verrà trasmessa in diretta tv su Sky Sport e Mediaset Premium e in diretta streaming su SkyGo e Premium Play. Queste due applicazioni sono riservate agli abbonati a Sky Sport e Mediaset Premium.

Le formazioni ufficiali di Torino-Inter:

TORINO (4-3-3): Hart; Zappacosta, Rossettini, Moretti, Molinaro; Acquah, Lukic, Baselli; Iturbe, Belotti, Ljalic. Allenatore: Mihajlovic
INTER (4-2-3-1): Handanovic, D’Ambrosio, Medel, Miranda, Ansaldi; Gagliardini, Kondogbia; Candreva, Banega, Perisic; Icardi. Allenatore: Pioli

Squalificati: nessuno. Diffidati: 17 Medel, 24 Murillo. Indisponibili: nessuno. Arbitro: Banti di Livorno. Quote Snai: 3,70; 3,70; 1,95.

Stefano Pioli sta benissimo all’Inter, perché il futuro può riservare qualcosa di davvero grande: prima la corsa al terzo posto, poi magari lo scudetto nella prossima stagione. L’allenatore di fede interista, acclamato anche dalla curva nord, vuole restare, ma le sue speranze passano per Torino, sponda granata.

“Io – dice Pioli – sto benissimo all’Inter. Ci sono persone che stanno già programmando il futuro. Noi siamo molto concentrati sul presente, perché ci sono ancora possibilità per toglierci soddisfazioni e gettare basi importanti per costruire qualcosa di ancora più grande”.

L’Inter si candida per un ruolo da protagonista nella lotta al prossimo scudetto, intanto però c’è da assicurarsi un posto in Europa e continuare a sperare nella Champions. Un’impresa per la squadra nerazzurra, quinta in classifica a 54 punti. Il Napoli, terzo in classifica, è lontano sei punti e dopo la sosta giocherà contro la Juventus, mentre a fine aprile sfiderà l’Inter a San Siro nello scontro diretto. Fino ad allora, la squadra nerazzurra è obbligata a vincere.

“Dobbiamo fare più punti possibili – dice Pioli – partendo dalla prossima sfida: quella contro il Torino. La classifica dimostra che le prime cinque del campionato vincono sempre. Sono tutte ottime squadre. La Juve, la Roma e il Napoli non sono in quelle posizioni per caso”.

Nello stadio Grande Torino, Pioli cercherà il terzo successo consecutivo in trasferta. E la cabala gli sorride: l’Inter non perde in casa granata dal 27 febbraio 1994. Da quel giorno, 10 vittorie e due pareggi. Numeri che fanno ben sperare, ma che non devono illudere.

Perchè il Torino quest’anno, tra le mura amiche, ha perso solo contro la Juventus. La squadra di Mihajlovic, tra match casalinghi e trasferte, corre a due velocità diverse: è 10/a in classifica, ma in casa ha segnato 32 gol e ne ha subiti 17. Lontano da Torino, invece, ne ha realizzati 20 contro i 29 incassati. Pioli chiede ai suoi giocatori una partita di livello e conferma l’undici che ha impressionato tutti contro Cagliari e Atalanta.

Difesa a quattro per neutralizzare Belotti, con Medel-Miranda centrali, Ansaldi e D’Ambrosio sulle fasce. In attacco sarà Banega, trequartista, a ispirare Icardi. All’andata furono proprio i due bomber a decidere la partita: doppietta del capitano nerazzurro e momentaneo pari di Belotti. Un duello che può determinare la sfida e non solo: in palio c’è anche la corona di re dei gol.

To Top