Sport

Treviso, arbitro Riccardo Piovesan sviene: malore per il caldo, partita sospesa

Treviso, arbitro Riccardo Piovesan sviene: malore per il caldo, partita sospesa

Treviso, arbitro Riccardo Piovesan sviene: malore per il caldo, partita sospesa

TREVISO – Un caldo fortissimo, una partita di Coppa Italia dilettanti giocata alle 15.30 sotto il sole di domenica 27 agosto e l’arbitro di 23 anni che alla fine del primo tempo sviene. Riccardo Piovesan, originario di Ponzano e arbitro della sezione Aia di Treviso, è uscito dal campo e non è stato più in grado di rientrare per il malore. La partita, che veniva giocata a Padova, è stata sospesa e rimandata dato che dopo 40 minuti Piovesan non si era ancora ripreso.

Francesco Zuanon sul quotidiano La Tribuna di Treviso scrive che dopo il malore il giovane arbitro è stato subito soccorso dai sanitari dell’ambulanza presenti a bordocampo:

“Pallido e con la pressione arteriosa molto bassa, Piovesan è stato steso sulla barella e subito reidratato, rinfrescato e sottoposto agli accertamenti medici di rito. Affiancato costantemente dai colleghi assistenti Zoccarato e Salvi di Padova, non ha mai perso conoscenza e, dopo una decina di minuti, ha cominciato a riprendere colorito e forze, pur rimanendo sempre sotto osservazione e disteso.

Nel frattempo il pubblico, che non vedeva rientrare le squadre, veniva avvisato dell’imprevisto occorso al direttore di gara e, all’ombra della tribuna coperta, attendeva l’evolversi della situazione presagendo comunque l’inevitabile epilogo, ovvero la sospensione della partita. Secondo alcune testimonianze raccolte sul campo, già durante il primo tempo dalle panchine era stato proposto all’arbitro di bere e rinfrescarsi, ma quest’ultimo aveva preferito non dissetarsi, portando a termine il suo compito senza soste ed apparentemente senza particolari problemi. Dalla tribuna non si era infatti percepito alcun malessere: nei 45’ iniziali Piovesan aveva corso normalmente, coprendo tutte le zone del terreno di gioco, mentre da bordocampo, secondo alcuni, era apparso pallido. Lo stadio comunale di Borgoricco si trova in mezzo ad un’area campestre e domenica pomeriggio, come in tutta l’Alta Padovana, non si levava un refolo d’aria”.

Impossibile trovare un altro arbitro e Piovesan non poteva continuare, così gli organizzatori hanno deciso per la sospensione della partita:

“Ed infatti, dopo un ulteriore consulto con i sanitari, Piovesan è stato accompagnato in ambulanza fino al Pronto Soccorso dell’ospedale “Pietro Cosma” di Camposampiero, per un controllo medico e la gara è stata ufficialmente sospesa. Un caso raro, anche a livello dilettantistico, ma non del tutto imprevedibile quando si decide di giocare di primo pomeriggio, in una delle estati più calde degli ultimi decenni. Si poteva benissimo spostare l’orario d’inizio più in là, come succederà mercoledì 30, per il recupero: alle ore 18”.

To Top