Sport

Under 21, Italia-Serbia 1-1: video gol highlights. Europei più vicini

Under 21, Italia-Serbia: video gol highlights, Cerri su rigore

Under 21, Italia-Serbia: video gol highlights, Cerri su rigore

VICENZA – A Vicenza, Italia e Serbia hanno pareggiato 1-1 in una partita valida per le qualificazioni agli Europei Under 21.
Under 21, Italia-Serbia 1-1: video gol highlights partita.
Italia-Serbia 1-1 (0-1) Italia (4-4-2): Cragno; Conti, Romagnoli, Caldara, Murru; Benassi (7′ st Di Francesco), Cataldi, Mazzitelli, Verre (22′ st Pellegrini); Cerri, Rosseti (40′ st Ricci).(Meret, Biraschi, Calabria, Monachello). All. Di Biagio.

Serbia (4-2-3-1): Milinkovic-Savic V.; Gajic, Veljkovic, Lazic, Antonov; Maksimovic, Grujic; Meleg (17′ st Drazic), Milinkovic-Savic S., Gacinovic (32′ st Mihajlovic), Cavric (23′ st Durdevic). (Radunovic, Jovanovic, Ristic, Lukic). All. Sivic Arbitro: Carlos Del Cerro Grande (Spagna) Reti: pt 33′ Gajic; st 9′ Cerri su rigore Angoli: 3-2 per l’Italia. Recuperi: 1′ pt, 4′ st. Ammoniti: Murru, Milinkovic-Savic, Lazic, Conti e Veljkovic. Spettatori: 4 mila circa, di cui un migliaio di fede serba.

San raffaele

**I GOL – 33′ pt: Gajic s’invola sulla destra, i difensori italiani non chiudono e il suo tiro potente non lascia scampo a Cragno. – 9′ st: calcio di rigore concesso per fallo di Milinkovic-Savic su Rosseti, dal dischetto trasforma Cerri con un tiro forte che il portiere intuisce ma non riesce a neutralizzare.

L’Italia dei giovani soffre nel primo tempo, che chiude sotto per 1-0, ma agguanta un pareggio di rigore preziosissimo nella corsa agli Europei under 21 di giugno resistendo all’assalto conclusivo della Serbia. A Vicenza è 1-1, con gli azzurrini del tecnico Di Biagio che ottengono quel punto che era negli obiettivi contro gli ostici serbi (campioni under 20). Ora per gli azzurrini, pur con diverse assenze, non dovrebbe essere un problema fare punteggio pieno (in realtà potrebbero bastare anche 4 punti) contro le due cenerentole del gruppo 2, Andorra (martedì prossimo a La Spezia) e Lituania, in trasferta l’11 ottobre.

Nel primo tempo gli ospiti, più preparati dal punto di vista fisico (il campionato serbo è iniziato da più di un mese), prendono subito le redini del match, facendo tremare gli azzurri. L’Italia si fa viva all’11’ sull’asse Cerri-Rosseti, con quest’ultimo che per poco non trova la porta, mentre al 13′ ci prova Cataldi con una conclusione di poco a lato. Ospiti vicinissimi al gol al 21′, quando direttamente da calcio d’angolo la traiettoria di Meleg sbatte sul primo palo. E’ il preludio al gol che arriva al 33′ per merito di Gajic che 6′ dopo sugli sviluppi di un corner schiaccia di testa ma non trova di pochissimo lo specchio della porta. Al 41′ ci prova Benassi, che dopo un’azione personale conclude da fuori. Dopo l’intervallo è un’altra Italia: al 5′ sugli sviluppi di una punizione, mischia furibonda in area serba con Romagnoli che ci prova per due volte, ma in entrambe le occasioni la difesa si salva.

Al 52′ fuori un opaco Benassi e dentro Di Francesco e un dopo arriva il pareggio con il rigore trasformato da Cerri. L’Italia prende fiducia, mentre la Serbia, che ha speso troppe energie nei primi 45′, perde in brillantezza. Di Francesco, alla fine il migliore tra gli azzurri, ci prova due volte, prima al 30′ (pallone fuori non di molto) e al 35′, quando trova la grande risposta del portiere. Al 43′ l’ultimo brivido con un colpo di testa di Lazic salvato sulla linea da Cerri. Finisce 1-1, e per gli azzurri è un buon punto.

To Top