Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE David Pascual, simulazione assurda. Ma in verità…

VALENCIA – David Pascual, simulazione assurda. Ma in verità.... Minuto 95. Ultimi istanti di recupero. Il Valencia sta difendendo un preziosissimo 1-1 sul campo del Celtic. Un risultato che può significare passaggio al turno successivo di Youth League, la Champions dei giovani. Il Celtic attacca con un lancio lungo. Una palla che sembra innocua perché il difensore del Valencia, David Pascual è nettamente in anticipo.

Solo che lo spagnolo sembra incerto. Forse stanchezza, forse paura, forse assenza di lucidità: sta di fatto che Pascual perde terreno e poi ad un certo punto cade come se gli avesse sparato un cecchino dalla tribuna. L’arbitro ci casca e fischia un calcio di punizione per gli spagnoli. I giocatori del Celtic increduli protestano. Basta dare un’occhiata al primo replay per smascherare quella che sembra una grottesca simulazione.

Già, sembra. Perché non è detto che lo sia. La punizione, è evidente, non c’è. Il giocatore del Celtic non tocca Pascual. E allora? Allora il Valencia difende il suo giocatore e non ci sta a farlo passare per un simulatore della peggior specie. Pare infatti che Pasqual, con quello scatto, si sia infortunato al ginocchio. E che sia pure un infortunio di quelli particolarmente gravi: sei mesi di stop, comunica il club spagnolo.

Di sicuro, insomma, l’unico ad aver sbagliato nella circostanza è stato l’arbitro. Un errore marchiano. Eppure qualche sospetto resta. Non sull’infortunio, per carità. Ma Pascual, nel cadere, allarga le braccia e accentua il tutto come se fosse stato colpito. Insomma: infortunio o non infortunio lo spagnolo sembra aver comunque provato a minimizzare il danno portando a casa almeno un prezioso calcio di punizione difensivo. Operazione riuscita visto che alla fine il Valencia ha vinto per 4 a 3 e ha passato il turno di Youth League.

 

Immagine 1 di 3
  • David Pascual, simulazione assurda. Ma in verità... 3
Immagine 1 di 3