Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Rio 2016, Van Niekerk: 400 metri, oro e record del mondo

RIO DE JANEIRO – Il sudafricano Wayde Van Niekerk ha vinto la gara dei 400 metri dell’Olimpiade di Rio 2016 correndo in 43″03, nuovo primato del mondo. Van Niekerk ha migliorato così il limite dell’americano Michael Johnson di 43″18, risalente ai Mondiali di Siviglia ’99. Argento al campione uscente Kirani James (42″76) e bronzo all’americano Lashawn Merritt (43″85″).

Wayde van Niekerk ha riscritto la storia dei 400 piani. Il fuoriclasse quattrocentista sudafricano ha stabilito il nuovo record del mondo fermando i crono a 43″03 cancellando di fatto quanto aveva fatto quasi 17 anni fa l’americano Michael Johnson. Il “soldatino” il 20 agosto del 1999 in occasione dei Mondiali di Siviglia era riuscito a scendere fino a 43″18.

Il 24enne atleta di Città del Capo nella gara che nel mondo dell’atletica viene considerata come il “giro della morte” è stato protagonista di una performance fantastica che restera’ per sempre nella storia non solo della distanza ma anche dell’atletica leggera.

Wayde, che si allena spesso a Gemona del Friuli su quella stessa pista che qualche anno fa ospitava gli allenamenti del suo connazionale Oscar Pistorius, ha fatto la differenza negli ultimi cento metri, in particolare negli ultimi 60 metri quando ha ulteriormente aumentato le frequenze dei suoi passi lasciando il vuoto alle sue spalle. Un’azione agile ancora in spinta che lo ha portato allo strepitoso crono.

Il secondo classificato, Kirani James di Grenada è piombato sul traguardo con un ritardo di 73 centesimi (43″76). Ancor piu’ staccato il terzo, l’americano LaShawn Merrit (43″85), oro otto anni fa Pechino. Van Niekerk è il primo velocista di sempre ad aver corso le tre distanze sotto gli storici che sono 10″ sui 100, 20″ sui 200 e 44″ sui 400. Wayde ha corso la distanza più corta in 9″98 ed i 200 in 19″94.

Initialize ads