Sport

YOUTUBE Tottenham-Juventus 2-0: gol e highlights

YOUTUBE Tottenham - Juventus 2-0: gol e highlights

YOUTUBE Tottenham – Juventus 2-0: gol e highlights

TORINO – La Juventus conclude con una sconfitta, proprio come aveva iniziato, il ciclo delle amichevoli estive. Dopo il ko contro il Barcellona di Nyemar, nel frattempo passato al Paris Saint-Germain, la Juve stecca l’uscita contro il Tottenham, che a Wembley vince 2-0 e lascia più di un dubbio a Massimiliano Allegri in vista della Supercoppa.

La sfida contro la Lazio, domenica prossima, si avvicina, e la sensazione a giudicare dalla partita con gli Spurs è che in casa Juve ci sia ancora parecchio da lavorare. La diversa preparazione, con gli inglesi ormai prossimi al debutto in campionato, ha fatto la differenza, ma i campioni d’Italia in formazione tipo, o quasi, hanno mostrato qualche difetto di troppo. Soprattutto in difesa, dove l’addio di Bonucci non è ancora stato assorbito.

Lo conferma il vantaggio al 10′ del primo tempo di Kane, di testa, perso da Chiellini e su cui Khedira è in ritardo. “Abbiamo subito di nuovo gol, tra l’altro in modo simile a quelli delle altre amichevoli”, lancia l’allarme mister Allegri. “Questo ci deve far mettere più attenzione in vista del primo obiettivo stagionale”, è l’ammonimento del tecnico. “Preoccupato? No. Queste sconfitte fanno male, ma la squadra sta bene ed è cresciuta fisicamente”.

Gli uomini di Pochettino colpiscono un palo con Sissoko, poi nella ripresa, al 7′, arriva il raddoppio con Eriksen. E potrebbero anche dilagare se non fosse per un Buffon già in forma campionato che con la punta delle dita devia sulla traversa il tiro di Kane altrimenti destinato ad entrare in porta. Nel finale Kean e Cuadrado colpiscono la traversa, pareggiando il conto dei legni, ma il risultato non cambia. “Ogni tanto le sconfitte servono per abbassare le orecchie e rialzare l’attenzione, perché la partita più importante è quella di domenica”, è la morale di mister Allegri.

“Abbiamo avuto diverse situazioni per fare gol, ma dobbiamo lavorare sulla difesa – ribadisce – perché alla fine il campionato italiano lo vince chi subisce meno gol”. Tra i migliori Dybala, in campo per novanta minuti, tra i peggiori invece il nuovo acquisto Douglas Costa. “E’ la prima partita che giocava dall’inizio – lo giustifica Allegri – è arrivato all’ultimo e ha viaggiato molto. Ci sono tutte le scusanti. Per lui e, nella partita di oggi, anche per gli altri”.

To Top