tv

Adriana Volpe querela Giancarlo Magalli: “Lo devo a me stessa e alla mia famiglia”

Adriana Volpe querela Giancarlo Magalli: "Lo devo a me stessa e alla mia famiglia"

Adriana Volpe querela Giancarlo Magalli: “Lo devo a me stessa e alla mia famiglia”

ROMA – Finisce con una querela la lite nata in diretta televisiva tra la presentatrice Adriana Volpe e il conduttore Giancarlo Magalli. “Lo devo a me stessa, a mio marito e a mia figlia”, dice la Volpe annunciando di aver querelato il collega de I Fatti Vostri, il programma in diretta di Rai 2, dopo essere stata accusata al termine di un battibecco nato in tv e proseguito sui social. Lì Magalli ha lanciato l’ultimo attacco, accusandola di lavorare in televisione solo grazie ad azioni che insulterebbero le donne.

Dopo lo screzio nato in diretta televisiva, con Adriana Volpe colpevole secondo Magalli di avergli ricordato l’avvicinarsi dei suoi 70 anni, lui ha reagito accusando e offendendo la collega. Insulti andati troppo sul personale e che escono così dalla tv, per passare poi sui social. L’ultima stoccata arriva così venerdì 31 marzo da Magalli:

“Io ce l’avevo solo con lei, non con le donne che ho sempre rispettato e che forse si sentirebbero più insultate se sapessero come fa a lavorare da 20 anni…”.

Questa l’ultima offesa e così la Volpe ha deciso stavolta di querelarlo e ha dichiarato al Messaggero:

“Sono senza parole, non so chi mi ha dato la forza di andare fino in fondo alla puntata, mai avrei immaginato che Giancarlo Magalli potesse scendere a questo livello di offesa. Ha fatto capire che io lavorerei in Rai da venti anni grazie ad alcune raccomandazioni ‘particolari’ insultando non solo me ma anche la stessa azienda che dunque selezionerebbe le sue conduttrici sulla base di ‘segnalazioni’ totalmente estranee al merito. Sto andando dal mio legale per querelare Magalli: lo devo a me stessa, a mio marito, a mia figlia ed alla mia carriera costruita solo sulle mie gambe senza favori di letto”

E racconta cosa accaduto nell’incontro con il vicedirettore di Rai 2 e i loro colleghi:

“Quando ho letto quel post sono scoppiata a piangere. Finita la trasmissione Michele ci ha convocato in riunione, c’eravamo tutti e con noi c’era anche il vicedirettore di Rai 2 Marco Giudici che è stato molto bravo a tentare una mediazione. Michele poi è stato impagabile. Ha detto chiaramente: ‘noi tutti, caro Giancarlo, ci dissociamo’. Ci ha spinto a darci la mano, a fare la pace. Magalli tuttavia non ha voluto. ‘Se mi scusassi con te’, mi ha detto, ‘sarebbero scuse finte’.

Spero che l’azienda prenda qualche provvedimento perché non capisco come mai a pagare non siano mai gli uomini. Paola Perego che è una bravissima professionista ha subito la chiusura di una trasmissione per un servizio discutibile mentre uno come Magalli può fare sul mio conto tutte le insinuazioni possibili senza pagare fio”.

To Top