tv

Baby boss a Napoli, ma a Studio Aperto su Italia 1 c’è la faccia di “O Track” di Gomorra la serie

Baby boss a Napoli, ma a Studio Aperto su Italia 1 c'è la faccia di "O Track" di Gomorra la serie

Baby boss a Napoli, ma a Studio Aperto su Italia 1 c’è la faccia di “O Track” di Gomorra la serie

ROMA – Baby boss a Napoli, ma a Studio Aperto su Italia 1 c’è la faccia di “O Track” di Gomorra la serie. “Napoli come Baghdad, nemmeno in Iraq sparano come qui”, si dicono nell’angosciante audio reso pubblico i quattro sicari appena diciottenni che uccisero nel 2015 il coetaneo Emanuele Sibilio.

Tutti i tg non hanno potuto evitare la vicenda terribile dei baby boss che spargono sangue e terrore. Tra questi Studio Aperto di Italia Uno ha voluto strafare: tra le immagini mostrate mercoledì 17 maggio ce n’è qualcuna un po’ troppo familiare.

San raffaele

Dove che l’ho vista quella faccia da galera? Ah sì, quello è “o Track” di Gomorra, la serie tv. Cioè tra le immagini che documentano la triste realtà c’era anche quella di Carmine Monaco, attore e cabarettista, che deve il suo momento di popolarità proprio alla serie tv ispirata al romanzo di Roberto Saviano.

In rete la cosa non è passata inosservata. Due le accuse più ricorrenti. Innanzi tutto, la sciatta e deontologicamente censurabile mescolanza di realtà e fiction, forse l’avamposto più spregiudicato dell’infotaiment. Poi la riproposizione forzata e volutamente spettacolare di una Napoli eternamente legata alla camorra, alla violenza, alla gioventù dannata.

 

To Top