Blitz quotidiano
powered by aruba

Canone Rai: 16/5 ultimo giorno per esonero. Chi lo deve fare

ROMA – Canone Rai: 16/5 ultimo giorno per esonero. Chi lo deve fare. Oggi 16 maggio è l’ultimo giorno per chi deve compilare il modulo di esonero dal pagamento del canone Rai che da quest’anno, come noto, si pagherà da luglio (i primi 70 euro dei 100 complessivi) tramite la bolletta elettrica. Si paga se si possiede un apparecchio televisivo. Vediamo i casi in cui si può inviare il modulo dell’esenzione, cioè la Dichiarazione sostitutiva che serve per l’esenzione totale dall’imposta o per evitare di pagare il canone più di una volta, modulo pubblicato sui siti dell’Agenzia delle Entrate e della Rai. Se, per esempio, il marito ha intestata la bolletta ma è la moglie che paga il canone, non servono dichiarazioni, perché la voltura è automatica.

Non possiedi la tv. Sei intestatario di una bolletta elettrica ma non possiedi la tv? Deve presentare la “dichiarazione di non detenzione”, compilando il Quadro A del Modulo.

Avevi fatto disdetta del canone? Devi ripetere l’operazione, cioè compilare il Quadro A del Modulo.

Avevi fatto disdetta ma ora hai la tv? Deve presentare una “Dichiarazione di variazione dei presupposti” contenuta nel Quadro A. Significa che l’addebito del canone parte dal mese in cui l’hai presentata.

Se non presenti il modulo entro il 16 maggio? Devi pagare ma poi è possibile chiedere l’esonero per un semestre e basta e quindi in questo caso per la seconda parte del 2016. Presentando la dichiarazione entro il 30 giugno.

Over 75. Hai diritto all’esenzione se hai più di 75 anni e un reddito non superiore a 6713 euro: la richiesta va presentata all’Agenzia delle Entrate su un modello dedicato.

Due case ma residenza in una sola. Si può dare il caso in cui moglie e marito abbiano due abitazioni e siano residenti entrambi nell’abitazione A (dove la luce è intestata al marito) mentre nella casa B la moglie si è intestata un’utenza elettrica di tipo residenziale. La moglie può presentare la dichiarazione sostitutiva per evitare l’addebito del Canone sull’utenza elettrica a lei intestata, compilando la sezione “Dichiarazione” contenuta nel Quadro B del modello e indicando il codice fiscale del marito quale intestatario dell’utenza su cui è dovuto il canone.