Blitz quotidiano
powered by aruba

Canone Rai, esonero 16/5, centralini in tilt. E paghi attesa

ROMA – Canone Rai, esonero 16/5, centralini in tilt. E paghi attesa. Centralini “in tilt” sia per Agenzia delle Entrate che per la Rai chiamando questa mattina, ultimo giorno per inviare la “Dichiarazione sostitutiva relativa al canone di abbonamento alla televisione per uso privato”: lo afferma una nota dell’Unione Nazionale Consumatori che ha cercato di collegarsi ai numeri dedicati alle informazioni, ossia l’848 800 444 dell’Agenzia delle entrate e l’800 93 83 62 della Rai.

“I centralini sono in tilt sia per Agenzia delle entrate che per la Rai. Questo dimostra che molti italiani non hanno ancora capito come va compilata la dichiarazione. Il rischio ora è che onesti contribuenti che hanno sempre pagato il canone in vita loro, si ritrovino due canoni addebitati in bolletta solo perché non hanno inviato la dichiarazione in tempo o a pagare 50 euro per averla inviata in ritardo.

Una cosa assurda ed inaccettabile. Insistiamo a chiedere una proroga”, dichiara Massimiliano Dona, segretario dell’Unione Nazionale Consumatori. “Perché i telegiornali in questi giorni non hanno ricordato che stavano per scadere il termini per l’invio della dichiarazione, spiegando almeno i 2 o 3 casi più frequenti che necessitano dell’invio dell’autocertificazione, come le utenze elettriche residenziali domestiche diversamente intestate tra componenti della famiglia? Lo spot è assolutamente insufficiente, oltre che poco trasmesso” ha concluso Dona.