Blitz quotidiano
powered by aruba

Canone Rai in bolletta luce: rischio doppio addebito, che fare?

ROMA – A luglio ormai inoltrato le prime bollette della luce con il famigerato Canone Rai sono arrivate. Diverse famiglie italiane si sono già viste addebitare la prima rata da 70 euro. E con essa cominciano ad affacciarsi anche i primi problemi: il più fastidioso di tutti è il caso di chi si veda addebitato il canone più di una volta se intestatario di più di un’utenza. Motivo per cui l’Agenzia delle Entrate oltre a rispondere preventivamente sul proprio sito alle cosiddette Faq, le domande più frequenti, ha provato a mettersi a disposizione dei cittadini con apposita pagina Facebook.

[Leggi qui Canone Rai: 6 chiarimenti dall’Agenzia delle Entrate]

Per chi si trovasse in situazioni analoghe è possibile porre quesiti ma non sotto forma di commenti, bensì in privato tramite Messenger. “Se avete dubbi sul canone tv, non esitate a scriverci un messaggio privato”, fa sapere l’Agenzia delle Entrate.

E’ bene però precisare che i termini per far valere il proprio diritto all’esenzione sono scaduti: il 16 maggio (per il 2016), il 30 giugno (per la seconda metà del 2016). Chi decide di presentare autodichiarazione ora può farlo a questo indirizzo web fino al 31 dicembre 2016. Ma l’esenzione avrà valore per il 2017.

In caso di errori o sviste o se semplicemente vi è sfuggita la scadenza, che fare? L’Agenzia suggerisce di ricorrere in autotutela direttamente allo sportello almeno per la restante quota di 30 euro per il 2016, ma intanto il pagamento della prima rata tocca pagarlo, per poi chiedere un eventuale rimborso secondo una procedura che la stessa agenzia delle Entrate deve ancora definire. Il provvedimento è atteso entro il 4 agosto 2016.

 


PER SAPERNE DI PIU'