tv

Che fuori tempo che fa, Fabio Fazio: “Ad aprirlo sarà Maurizio Crozza con le sue copertine”

Che fuori tempo che fa, Fabio Fazio: "Ad aprirlo sarà Maurizio Crozza con le sue copertine"

Che fuori tempo che fa, Fabio Fazio: “Ad aprirlo sarà Maurizio Crozza con le sue copertine”

ROMA – Maurizio Crozza torna in Rai con le sue copertine. Ad annunciarlo è Fabio Fazio, che ospiterà le celebri copertine del comico genovese nel corso di Che fuori tempo che fa, in onda in seconda serata su Rai 1. Crozza dopo aver abbandonato La7 e debutatto sul Nove di Discovery col suo show Fratelli di Crozza torna sulle reti Rai, stavolta per collaborare con Fazio.

Proprio Fazio, al termine della puntata del 24 settembre di “Che tempo che fa”, ha annunciato il debutto del comico Crozza nel suo programma che lo vede conduttore su Rai 1:

“Maurizio Crozza aprirà le puntate di Che fuori tempo che fa. Me lo hanno appena confermato, sono molto felice. Ciao amico, ci vediamo domani sera.

Durante la puntata di Che tempo che fa del 24 settembre, c’è stato anche un simpatico siparietto con Fiorello, che intervenuto al telefono chiede se in Rai 1 si guadagni bene:

“Fabio, ma Rai1 com’è? Si guadagna bene lì? Io ci sto pensando un po’”.

Fiorello scherza sul compenso di Fazio e usa lo spunto della presenza in studio di Beppe Fiorello e Pierfrancesco Favino, protagonisti della commedia Chi m’ha visto, nelle sale da giovedì 28 settembre, e il video ‘promozionale’ inviato dallo showman per il film. Il conduttore sta al gioco e replica:

“Si guadagna molto. E poi c’è molta discrezione, te lo consiglio, secondo me devi farlo anche tu”.

A tenere banco, anche i rumors sulla possibile presenza di Beppe Fiorello tra i conduttori del Festival di Sanremo. “La scala ci sarà? E il girone giovani?”, incalza Fazio. “Da fratello – gli fa eco Rosario – sono contento che Beppe abbia accettato, è molto bello, era il salto che doveva fare. Baglioni mi ha chiamato e gli ho detto: sì, è proprio una bella idea”. “E’ un onore, ma non è così”, si affretta a ripetere Beppe.

To Top