tv

Concerto Primo maggio. Francesco Gabbani, Bennato ed Ermal Meta FOTO

ROMA – Alle 15 parte la maratona musicale del Concertone in piazza San Giovanni a Roma, trasmesso in diretta da Rai3 e condotto da Camila Raznovich e Clementino. CLICCA QUI PER LA DIRETTA  SU RAIPLAY

Questo l’ordine di esibizione degli artisti che saranno protagonisti della giornata:

Après la Class

Amarcord

San raffaele

Incomprensibile Fc

Doro Gjat

Braschi

Geometra Mangoni

Ara Malikian

Rocco Hunt

Orchestra di Saltarello abruzzese

Mimmo Cavallaro

Teresa De Sio

Giovanni Guidi

Marina Rei

Artù

Ladri di Carrozzelle

Ex-Otago

Motta

Le luci della centrale elettrica

Bombino

La Rua

Levante

Editors

Lo Stato Sociale

Francesco Gabbani

Brunori sas

Ermal Meta

Edoardo Bennato

Maldestro

Fabrizio Moro

Samuel

Planet Funk

Public Service Broadcasting

Musica, tanta e che strizza l’occhio al mercato di oggi, ma anche l’impegno, quello che da sempre caratterizza il Concertone del Primo Maggio a Roma, in piazza San Giovanni, promosso come da tradizione dai sindacati e che quest’anno ha come titolo: “Il lavoro: le nostre radici, il nostro futuro”.

Ricco, come ogni anno, il cast, che più del solito ha puntato sui giovani, pescando molto anche dall’ultimo festival di Sanremo. Ci sarà il vincitore Francesco Gabbani, ma anche Fabrizio Moro, Ermal Meta, Samuel. Rocco Hunt torna per presentare in anteprima il suo nuovo singolo Kevvuò. In scaletta anche alcuni dei protagonisti della scena live, da Brunori sas a Lo Stato Sociale, passando per Le luci della centrale elettrica, Ex-Otago, Sfera Ebbasta.

In un evento, volutamente svecchiato dagli organizzatori (iCompany e Ruvido Produzioni) e decisamente poco revival rispetto al passato, la vecchia guardia è rappresentata da Edoardo Bennato e da Teresa De Sio. Ospiti internazionali gli Editors. E ancora Planet Funk, Public Service Broadcasting, Bombino, Levante, Motta, La Rua, Ara Malikian, Marina Rei + Benevegnù, Mimmo Cavallaro, Aprés la Classe, Maldestro, Artù, Braschi, Geometra Mangoni, Ladri di carrozzelle, Orchestra popolare del saltarello, Giovanni Guidi.

Le misure di sicurezza, contro l’allerta terrorismo, ci saranno (già l’anno scorso si sperimentarono un’area di sicurezza transennata e varchi con metal detector), ma non scoraggeranno le migliaia di giovani che riempiranno la piazza, dove nel ruolo di padroni di casa troveranno l’inedita (e strana) coppia Camila Raznovich, alla sua seconda esperienza al Primo Maggio (“la prima volta mi salvò l’incoscienza, stavolta sono più consapevole”), e Clementino, il rapper dall’energia e dall’entusiasmo incontenibili.

“La piazza se ne deve cadere”, ha detto in napoletano il cantante, ricordando come nel ’99 fosse tra il pubblico, nel 2014 tra gli ospiti e ora sul palco a condurre senza troppi timori, forte di una esperienza decennale come animatore ei villaggi turistici. “L’anno prossimo diventerò direttore di Rai3”, ha scherzato. Daria Bignardi, direttore della rete che dal 1999 trasmette l’evento in diretta, non si è scomposta e ha spiegato: “Quello di piazza San Giovanni è un concerto che parla alle persone e delle persone, con storie sul lavoro e di vita”.

A raccontarsi, tra una canzone e l’altra, ci saranno Abdul, avvocato milanese arrivato dal Senegal con un padre che vendeva accendini; Franco, vigile del fuoco intervenuto ad Amatrice dopo il terremoto; Massimiliano, disabile che ha trovato lavoro dopo 21 anni; Marilena che raccoglie fragole a Caserta e ha aiutato a uscire dal lavoro nero molte donne immigrate; Sigh che raccoglie meloni a Mantova. A parlare delle difficoltà delle giovani coppie a inserirsi nel mondo del lavoro ci saranno anche Isabella Ragonese e Francesco Montanari, protagonisti del film Sole Cuore Amore (in sala dal 4 maggio).

Interverrà anche Gad Lerner. Ognuno di loro darà lo spunto per cercare di capire cosa è oggi il lavoro, come hanno tenuto a sottolineare Cgil, Cisl e Uil. La lunga maratona, al via dalle 15 fino a mezzanotte, sarà trasmessa in diretta da Rai3, con Radio2, tra le voci ufficiali del’evento (Foto Ansa).

 

To Top