Blitz quotidiano
powered by aruba

Crozza-Renzi: “Raggi come Boschi…senza papà inguaiato” VIDEO

ROMA – Maurizio Crozza veste i panni di Matteo Renzi durante la copertina di DiMartedì, la trasmissione in onda su La7 condotta da Giovanni Floris. Il comico di Genova in versione Renzi scherza sull’elezione al Comune di Roma Virginia Raggi: “E’ come Maria Elena Boschi, ma senza il papà inguaiato”. Crozza-Renzi si dice poi preoccupato per il “Renzit“: “Ho fatto quello che Berlusconi ha fatto in 20 anni, sono preoccupato per ottobre”.

La copertina di Crozza il 21 giugno si apre a DiMartedì con il comico in versione Pierluigi Bersani che sghignazza felice per la sconfitta di Renzi alle elezioni comunali e dice:

“Non sono contento. Nelle disgrazie, non si è contento. Quando scivola la suocera in bagno, ti dispiace per le piastrelle. E’ facile dire “Matteo, te l’avevo detto”. Io non lo dico, sono qui per cantarlo. Renzi dovrebbe dimettersi da segretario, poi da premier, poi da italiano… Al drogato interessano le pere, mica il formaggio… Renzi non diventa umile nemmeno se lo fai macerare nel carpione come le zucchine… Io voglio un partito lontano dalle lobby e vicino ai cittadini… Io voglio entrare nei 5 Stelle! Se Travaglio mi spiegasse questa diavoleria di Facebook… Un orata, se sta delle ore in bagno, non diventa un pesce sega…”.

Non manca da parte del comico una battuta nei confronti di Piero Fassino, sconfitto alle comunali a Torino dalla candidata del Movimento 5 stelle Chiara Appendino:

“L’avete fatto un minuto di silenzio in ricordo di Fassino? Ciao Piero, insegna agli angeli come vincere ai ballottaggi! Fassino se l’è cercata. L’idea del partito a Grillo, gliel’ha data proprio Fassino! A Torino, il PD vinceva da 23 anni, dai tempi di Cavour… Poi è arrivato l’Appendino e ora Fassino è in ballottaggio per entrare in una teca del Museo Egizio. Renzi l’ha scaricato in un nanosecondo, nella mailing list è nella voce Spam”.

Ma è nell’imitazione del premier Renzi che Crozza rilascia tutta la sua comicità, facendo ironia sul suo presunto “bagno di umiltà”:

“Chiamatemi Matteo, ultimo tra gli ultimi, umile tra gli umili. Ho in mano un iPhone 3, per farvi capire come mi sono ridimensionato. Non ho nemmeno gli aggiornamenti. E’ colpa mia. Dovevo scegliere i candidati tra i miei follower di Instagram. Ma hai visto quanto è bella la Raggi? E’ come la Boschi senza il papà inguaiato! Mi sono comportato come un vero leader del PD: ho perso le elezioni, per essere di sinistra cosa devo fare? – e aggiunge -. La Brexit? Io sono più preoccupato per il referendum di ottobre, la Renzit! In due anni, ho fatto quello che Berlusconi ha fatto in 20 anni. Ora sto sul cazzo a tutti! E non ho nemmeno trombato!”.


PER SAPERNE DI PIU'