tv

Daniele Piombi morto: addio al papà degli Oscar della tv

Daniele Piombi morto: addio al papà degli Oscar della tv

Daniele Piombi morto: addio al papà degli Oscar della tv

ROMA – Daniele Piombi è morto a 84 anni. Il presentatore televisivo e uno dei volti più amati della tv italiana, nonché papà degli Oscar della tv, si è spento il 18 maggio. A darne la notizia il quotidiano Il Mattino e poi la conferma è arrivata dalla sua pagina ufficiale Facebook che ha scritto:

“Oggi, la Televisione italiana ha perso uno dei suoi più grandi protagonisti. Il Signore della TV ci ha lasciato. La sua straordinaria eleganza e la sua ineguagliabile classe continueranno a vivere nei ricordi di chi lo ha amato e conosciuto. Ciao Daniele, fai buon viaggio”.

Il presentatore ha esordito a 22 anni con il programma Viaggiare nel 1955 e poi ha dato il via alla sua carriera, scrive il Mattino:

“Il suo esordio, appena 22enne fu con il programma televisivo «Viaggiare», trasmesso dalla Rai nel 1955, condotto in coppia con Renée Longarini, che ha segnato l’inizio di una lunga carriera televisiva e radiofonica, e il definitivo abbandono delle ambizioni giornalistiche. Il suo nome si è legato a molte importanti manifestazioni canore della televisione italiana: il Cantagiro, Un disco per l’estate, il Festival di Napoli, l’edizione del 1967 del Festivalbar, presentata in coppia con Vittorio Salvetti, e i collegamenti dal Casinò per tre edizioni del Festival di Sanremo, nel 1980, 1982 e 1983. Nel 1960 ha inventato il «Premio Regia Televisiva», manifestazione che attribuisce i cosiddetti Oscar TV. Negli anni successivi ha condotto numerose trasmissioni legate alla musica e manifestazioni benefiche come Telethon.

Il suo più recente impegno televisivo si è svolto per Rai International, dove ha realizzato dieci puntate sul «Made in Italy», dedicate agli stilisti, alla moda di gioielli e pelletterie italiani e, nello stesso periodo, ha realizzato il documentario «L’itinerario di Colombo nella Repubblica Dominicana», venduto in tutto il mondo. A partire dagli anni Duemila, la sua attività televisiva si era concentrata esclusivamente sull’Oscar TV, che ha continuato a condurre annualmente, partecipando di tanto in tanto come ospite a vari programmi”.

 

To Top