Blitz quotidiano
powered by aruba

Digitale terrestre, nel 2020 cambieremo tv o decoder

ROMA – Se state per acquistare un nuovo televisore attenzione a quello che scegliete. Entro il giugno 2020 infatti, saremo costretti a cambiare apparecchio televisivo o a comprare un nuovo decoder esterno per poter continuare a vedere gli attuali canali del digitale terrestre. Come scrive Repubblica, la causa è da ricercare in due documenti parlamentari nei quali c’è scritto che Rai, Mediaset e La7 saranno costrette a modificare l’attuale tecnica di trasmissione del segnale televisivo  passando al digitale terrestre di seconda generazione.

A entrare in ballo potrebbe essere anche un nuovo software, in grado di comprimere il segnale HEVC. la decisione non è dovuta al Parlamento italiano ma alla Commissione Europea che vuole liberare banda attualmente occupata dai segnali televisivi di 6 emittenti italiane. Si tratta della cosiddetta “banda 700” che secondo le intenzione della Commissione dovranno essere destinate ai collegamenti internet ultraveloci (4G e 5G) per dispositivi mobili. Se il Parlamento recepirà questa richiesta, le emittenti televisive saranno costrette a modificare la tecnica di trasmissione: di conseguenza, i telespettatori saranno costretti a comprare un nuovo televisione o un decoder esterno

Sempre Repubblica spiega quanto andremo a spendere. Un televisore da 22’’ già compatibile con il digitale di seconda generazione costa tra i 140 e 165 euro. Un decoder esterno ha un prezzo che varia invece tra i 30 e 446 euro.

Immagine 1 di 4
  • Rainews su canale 24 digitale terrestre? Rai teme arrivo Skytg24Rainews su canale 24 digitale terrestre? Rai teme arrivo Skytg24
  • Sky Tg24
  • Sky anche su canale 27 digitale terrestre: accordo con Class
  • La mappa del digital divide
Immagine 1 di 4