Blitz quotidiano
powered by aruba

Eleonora Brigliadori dopo servizio Le Iene: “Sto per essere uccisa dalle malelingue”

ROMA – Eleonora Brigliadori, nota per le sue posizioni anti-chemioterapia nella lotta al cancro, ha replicato sulla sua pagina al servizio de Le Iene in cui Nadia Toffa l’accusava pubblicamente.

La Brigliadori si sfoga così, tramite il suo profilo Facebook, dopo esser stata presa di mira su Facebook:

“Mi auguro che chiuda presto questo programma immondo, pieno di cadaveri, perché quello che ha generato è visibile in questo momento sulla mia pagina che fino a pochi giorni fa era un luogo di incontro di condivisione e di informazione sana”.

Poi, sostenendo che il servizio sia stato montato per farla apparire diversa da com’è, attacca:

“È facile far credere quello che si vuole quando si ha il coltello dalla parte del manico. Si registra e si monta quello che fa comodo per cercare di distruggere una persona nella sua integrità. Eleonora Brigliadori sta per essere uccisa dalle malelingue malefiche che trasformano la verità in una melma inestricabile per le povere menti deboli che guardano solo i riflessi di un mondo pilotato, per rendervi schiavi e incapaci di costruire una via di verità nella vostra vita”.

Infine la Brigliadori, riferendosi ai motivi che hanno spinto Le Iene ad attaccarla tramite un servizio, si chiede:

“Forse perché avete paura di morire o perché con i loro veleni i medici vi hanno avvelenato anche lo spirito?”.