tv

Festival di Sanremo, televoto in anticipo su Wikipedia. Allarme hacker

Festival di Sanremo, televoto in anticipo su Wikipedia. Allarme hacker

SANREMO – Televoto del Festival di Sanremo, c’è qualcosa che non va. La denuncia arriva dal Secolo XIX, il principale giornale ligure. L’accusa è che sulla pagina Wikipedia del Festival i risultati arrivino in diretta, anzi anche prima rispetto a quando vengono resi ufficiali in televisione. Una procedura che potrebbe condizionare l’andamento del voto in tempo reale. E che fa parlare di un “hacker di Sanremo“.

Scrive Marco Menduni:

Per due giorni consecutivi, ieri e l’altro ieri, sono comparse alcune informazioni, visibili per un paio d’ore per poi sparire misteriosamente com’erano spuntate. Si tratta dei risultati delle votazioni delle prime serate, persino suddivisi nelle due parti che compongono poi il risultato finale: le preferenze degli operatori dell’informazione, della sala stampa, e il verdetto del televoto, quello determinato dalle telefonate. Per Wikipedia sarebbe andata così. Nel primo round Fabrizio Moro ed Elodie avrebbero ottenuto, a pari merito, il 25,3 per cento del televoto, seguiti dalla Mannoia con il 23,1. Nell’inferno dei televotati sarebbero sprofondati Ron con lo 0,2 e Giusy Ferreri con lo 0,3.

La sala stampa avrebbe invece premiato la Mannoia (32,5), Moro (24) ed Elodie (17,8). Male la Ferreri, 0,8, Lodovica Comello, 0,9, e Clementino, 1 per cento. I dati spariscono dopo qualche ora, l’allarme viene tenuto sotto traccia. Come non fosse accaduto nulla. Senonché il rito si ripete tal quale ieri mattina. In questo caso i dati sono un po’ più grezzi, arrotondati, come se chi li avesse inseriti non volesse rivelare di averli più precisi.

La procedura del televoto aveva già fatto storcere il naso alle associazioni dei consumatori: “non rispetta le delibere dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni che obbligano a rendere noti i risultati della votazione in termini percentuali”. E’ la denuncia del’Unione Consumatori che, sottolinea: “nel corso del programma non è stata trasmessa una graduatoria, solo gli 8 cantanti ammessi e i 3 temporaneamente esclusi”. L’associazione aveva annunciato una diffida in cui si chiede alla Rai di “modificare la comunicazione sui risultati del televoto”.

Le percentuali di voto con le quali i concorrenti si classificano, prosegue l’Unione Consumatori, “vanno rese note, altrimenti si viola l’art.8 del Regolamento dell’Agcom (“Regolamento in materia di trasparenza e efficacia del servizio di televoto”, sub allegato A della Delibera Agcom n. 38/11/Cons) sulla diffusione dei risultati, secondo il quale, “al termine delle operazioni di televoto, o anche al termine delle singole sessioni di voto, nel corso del programma è data lettura dei risultati finali della votazione, per lo meno in termini percentuali, per ciascun partecipante alla competizione”.

“Al di là degli aspetti legali – sostiene il segretario dell’Unione Nazionale Consumatori, Massimo Dona – va preservato il diritto dei telespettatori, dopo aver partecipato alla votazione, pagando pure dei soldi, di conoscere l’esito del televoto. Non è ammissibile che si tengano segreti i risultati. E’ giusto che il fan che ha votato sappia se il proprio beniamino è stato ammesso per poco o se invece la canzone era gradita agli altri spettatori. Per quanti voti, con quale scarto, il cantante è stato ammesso alla finale o escluso? Questa è la domanda alla quale va data una risposta” .

To Top