Blitz quotidiano
powered by aruba

Gerry Scotti: “Non mi sposo perché…”

ROMA – Gerry Scotti, intervistato da Nuovo, svela perché non ha intenzione di sposare quella che da anni è la sua compagna,Gabriella. Divorziato dopo 18 anni da sua moglie Patrizia Grasso, Scotti si è innamorato della madre di un’amica del figlio e da allora fa coppia fissa, senza segnali di stanchezza. Di nozze, però, non vuole parlare.

Il motivo? Il rapporto del conduttore con la religione, molto rigoroso. Già nel 2009, in una lettera al Corriere della Sera, si professava contrario aldivorzio ritenendolo un “secondo peccato originale”: “Di questo mio tormento ho parlato con diversi preti, più amici che consulenti spirituali – scriveva al Corsera -, e loro, conoscendomi, sapendo qual è la mia storia di cristiano, mi hanno dispensato dal sentire la sofferenza. Non mi ero sposato in chiesa la prima volta, ma in Comune, per rispettare le esigenze della mia ex moglie. E adesso con la mia compagna voglio ponderare bene l’idea del matrimonio in chiesa. Soprattutto per rispetto ai figli delle nostre unioni precedenti, che vanno tutelati e protetti”. E poi quella dubbio, che rivela il suo tormento interiore: “E poi se ho sbagliato una volta e il buon Dio mi ha perdonato, non posso rischiare di sbagliare ancora”.