tv

Isola dei Famosi, Raz Degan: le rivelazioni a Giulio Base e il messaggio di Paola Barale

Isola dei Famosi, Raz Degan: le rivelazioni a Giulio Base e il messaggio di Paola Barale

Isola dei Famosi, Raz Degan: le rivelazioni a Giulio Base e il messaggio di Paola Barale

ROMA – Raz Degan si sta ammorbidendo in questi ultimi giorni all’Isola dei Famosi, e si lascia andare a confessioni inaspettate. In particolare l’ex modello israeliano si è confidato con Giulio Base, raccontandogli alcuni particolari della propria infanzia che hanno stupito molti telespettaori.

“Mia madre mi ha partorito nel kibbutz.Non c’era neanche un ospedale, è andata in una baracca. Ai miei tempi il kibbutz era diverso da come è oggi. Il modo più diretto, comodo e facile per spiegare cosa sia, è paragonarlo a un campeggio, dove tutto era di tutti. C’era una grande mensa dove potevi mangiare senza pagare. C’erano le macchine, potevi prendere le chiavi, scrivere il tuo nome e guidare. C’era una scuola dove andavano tutti a studiare. Le persone lavoravano nei campi o in fabbrica”.

Nel kibbutz, comunità basate sul concetto di proprietà comune, non si usavano i soldi:

“All’inizio dell’anno ti davano dei punti, in base al numero dei membri della famiglia – ha spiegato – Quando andavo al negozio e prendevo ciò che mi serviva, non davo mai contanti, davo i punti. C’era grande armonia. Ad esempio dicevamo ‘Hai il latte?’ oppure ‘Mi manca il riso’. E poi sono morti con il capitalismo, quando hanno iniziato a dire ‘No, io voglio un televisore più grande, io voglio la mia macchina, io voglio un’altra stanza’. Io ho dei ricordi bellissimi, camminavo scalzo, andavo sul fiume a pescare, dormivo con amici sotto le stelle. I ragazzi si divertivano ma sempre dentro quel sistema protetto. Non c’era la polizia. Le nostre cose le sistemavamo sempre internamente”.

Raz Degan ha lasciato il kibbutz quando è stato costretto a fare il militare, per tre anni. Quindi ha lasciato Israele per trasferirsi a New York, città natale di sua madre, e poi si è trasferito in Italia. E adesso, dice, “casa mia è la Puglia, Cisternino e il trullo. Quello è tornare a casa”.

Ad accoglierlo al ritorno dall’Isola ci sarà sicuramente Paola Barale, che ha dedicato all’ex (?) fidanzato un dolce messaggio su Instagram: “Bravo Raz!! I’m proud of u”, “sono fiera di te”.

To Top