Blitz quotidiano
powered by aruba

“Le Iene” assolte a processo: Nadia Toffa e co non hanno diffamato

CAMPOBASSO – “Le Iene” assolte perché il fatto non sussiste dall’accusa di diffamazione nel corso del processo davanti al tribunale di Campobasso: i quattro indagati assolti sono Nadia Toffa, uno dei volti della trasmissione televisiva di Italia 1, Luca Tiraboschi, direttore di rete, l’autore televisivo Marco Fubini e Stefano Rinaldi, l’ingegnere intervistato dal programma nell’ambito di un servizio finito poi al centro della vicenda giudiziaria.

Ad accusare la popolare trasmissione era stato il presidente di Federfarma Molise, Luigi Sauro, per via di un servizio televisivo, andato in onda all’inizio del 2012, dedicato da Le Iene alla sperimentazione di un macchinario nelle farmacie molisane.

Secondo Sauro, spiega Primo Numero.it, il programma di Mediaset avrebbe calunniato i farmacisti  con una serie di servizi andati in onda tra il 2012 e il 2013. Scrive il sito molisano:

Al centro della contesa una macchinetta sperimentale, ideata dall’ingegnere Stefano Rinaldi (anche lui denunciato per alcune dichiarazioni rilasciate ai media) per la validazione in tempo reale della spesa farmaceutica. La validatrice, presente in tutte le farmacie molisane, permetteva di collegare l’acquisizione della ricetta all’effettiva erogazione del farmaco prescritto, rendendo di fatto impossibili le truffe. Per i farmacisti, si trattava di un sistema obsoleto, lento, soggetto a continui problemi di connessione e inceppamento.

(…) Al contrario, le ‘Iene’ chiedevano lumi sull’abbandono di una sperimentazione che prometteva risparmi cospicui sulla spesa farmaceutica, un controllo a tappeto delle ricette e un efficace contrasto alle frodi, male endemico della Sanità italiana.

Dopo i servizi di Nadia Toffa alcune farmacie sono state chiuse, e la validatrice è diventata un caso nazionale.


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'