tv

Le Iene: onorevole Mario Caruso, la collaboratrice in nero e il figlio del sottosegretario

Le Iene: onorevole Mario Caruso, la collaboratrice in nero e il figlio del sottosegretario

Le Iene: onorevole Mario Caruso, la collaboratrice in nero e il figlio del sottosegretario

ROMA – Lavoro in nero e “figli di” raccomandati: sono gli ingredienti del servizio de Le Iene dedicato agli assistenti parlamentari dell’onorevole Mario Caruso, eletto nel 2013 con la Lista Monti e attualmente iscritto al gruppo Democrazia solidale – Centro Democratico.

La denuncia riportata dal programma Mediaset arriva da una giovane collaboratrice del deputato, che sostiene di lavorare per lui senza essere pagata da un anno e mezzo, nonostante le continue promesse di un contratto regolare.

Non solo: sempre secondo quanto sostiene la giovane collaboratrice, lo stipendio che spetterebbe a lei andrebbe invece al figlio del sottosegretario alla difesa Domenico Rossi, che in realtà se ne starebbe a casa.

Nel servizio firmato da Filippo Roma si parla anche di presunte avances che l’onorevole avrebbe fatto alla giovane collaboratrice, ed in particolare di un sms che lui le ha inviato una sera a mezzanotte scrivendole: “Sono a casa valuta te cosa fare”.

Né il sottosegretario Rossi né l’onorevole Caruso hanno voluto rispondere alle domande delle Iene. In pochi minuti le pagine Facebook dei due politici sono state inondate di insulti.

La Iena Filippo Poma, invece, sul suo profilo social ha scritto:

“L’onorevole, l’assistente e il sottosegretario. Purtroppo non è un film con Renzo Montagnani ed Edwige Fenech ma una storia vera dell’Italietta dei nostri giorni”.

Di seguito, estratti del servizio pubblicati dal Corriere.it.

To Top