Blitz quotidiano
powered by aruba

Le Iene, snuff movie: storia choc di Alice e di quella scena

ROMA – Servizio choc giovedì sera a Le Iene. Matteo Viviani infatti ha affrontato un tema tanto delicato quanto nascosto come quello degli snuff movie, partendo dalla terribile esperienza di Alice, una ragazza che avrebbe partecipato a uno di questi snuff movie alcuni anni fa, ma di cui aveva dimenticato ogni cosa fino a qualche anno fa, come se la sua mente avesse deciso di cancellare quell’esperienza troppo gravosa per essere sopportata. PER GUARDARE IL VIDEO CLICCA QUI.

Alice ha un evidente terrore delle telecamere e Matteo Viviani cerca di metterla a proprio agio dicendole di non guardare mai nell’obiettivo. A quel punto, tra le lacrime, la ragazza racconta di ricordare “un film dove sono stati uccisi dei bambini”, in cui lei stava presente sulla scena, “in un posto enorme, truccata come Biancaneve mentre gli altri bambini erano vestiti come i sette nani della favola. I bambini sono piccoli, intorno ai quattro anni. A un certo punto entrano delle donne, vestite da streghe, con il naso finto – prosegue Alice – E vanno fuori di testa. Ammazzano tutti i bambini. Li hanno sgozzati. A un certo punto credo di essere svenuta perché non ce la facevo più”.

Uno snuff movie, spiega Viviani, è un video realizzato sotto compenso in cui delle persone vengono violentate e torturate davanti alla telecamera, generalmente fino alla morte. Spesso si tratta di bambini. Gli snuff movie sono stati al centro di un’importante inchiesta di un giornalista dell’Observer, che nel 2000, riuscì a mettere le mani su alcuni documenti riservati dei servizi segreti britannici in cui si parlava dell’arresto di un cittadino russo che sarebbe stato coinvolto nella realizzazione di uno snuff movie insieme a un cittadino italiano.

 

 

 

 


TAG: