Blitz quotidiano
powered by aruba

Lino Banfi: “Prima di diventare famoso ero povero e pieno di debiti”

ROMA – Lino Banfi è stato uno degli ospiti di Verissimo, il programma condotto da Silvia Toffanin.  Dopo aver raccontato di aver studiato per diventare prete per volere del padre, Lino Banfi ha ricordato la storia d’amore con la moglie Lucia, sposata dopo una fuitina alle 6 del mattino, e le difficoltà economiche degli inizi, quando si ritrovò sommerso dai debiti per colpa degli strozzini. “I cravattari romani ti facevano il 200/300 di interesse. Venivano a casa da Lucia e se non poteva pagare le prendevano le collane. Lei ha fatto più sacrifici di me. Una volta, nel 1955, dormivo in stazione di Milano” ha confidato.

Infine, toccante è stato il ricordo della figlia Rosanna, colpita da un tumore e poi guarita grazie a un intervento, della cui malattia parlò in tv per far capire l’importanza della prevenzione: “Rosanna è più forte di me, io soffrivo molto. Siamo molto uniti in famiglia e, quando vedemmo che lei non aveva più i capelli, tutti se li tagliarono. Io ci ho provato ma non ce n’era bisogno…”.