Blitz quotidiano
powered by aruba

Maurizio Crozza: “Salvini selfie a Bruxelles da kamikazzone”

ROMA – Maurizio Crozza a DiMartedì su La7 ironizza su Matteo Salvini che si fa i selfie a Bruxelles nel giorno dei tre attentati costati la vita a 35 persone.

“Mentre tutti cercavano le foto di un terrorista con cappello, il mondo veniva invaso dalle foto di un leghista con la felpa. Stiamo parlando di Salvini, che il giorno dell’attentato si trovava a Bruxelles. Ha fatto milioni di tweet. La sobrietà… Come chiamereste uno che si mette in posa davanti alle macerie di un kamikaze? Un kamikazzone?”, si domanda il comico genovese prendendo in giro gli scatti compulsivi del leader della Lega nella capitale belga il 22 marzo.

Martedì 22 marzo Salvini era rimasto bloccato a Bruxelles a causa degli attentanti, e aveva inondato letteralmente i suoi profili social (Twitter e Facebook in particolare) di fotografie in giro per la capitale belga. Immagini spesso accompagnate da duri attacchi contro il premier Matteo Renzi ed il ministro dell’Interno Angelino Alfano, ma non solo.

In diversi post infatti il segretario della Lega aveva invitato le persone a “svegliarsi. Qualcuno continua a dire che non ci hanno dichiarato la guerra… Le preghiere non bastano più”.

Ma la decisione del leader della Lega di andare in giro per i quartieri di Bruxelles a ritrarre in tempo reale la situazione è finita al centro delle polemiche. Sui social sono diversi lo hanno accusato di essere uno “sciacallo”, stesso giudizio del responsabile del forum immigrazione del Pd, Marco Paciotti: “Chi strumentalizza una tragedia come quella di oggi per fini di propaganda elettorale si può definire solo uno sciacallo, che cinicamente cavalca le paure e ricorre a una fraseologia fascistoide”.

 


PER SAPERNE DI PIU'