tv

Parliamone sabato chiude, Rai scarica Paola Perego: “Le scuse non bastano”

Parliamone sabato chiude, Rai scarica Paola Perego: "Le scuse non bastano"

Parliamone sabato chiude, Rai scarica Paola Perego: “Le scuse non bastano”

ROMA – Addio a Paola Perego, la Rai la scarica e chiude il suo programmaParliamone sabato” dopo la lista sul perché le donne dell’est sono migliori delle donne italiane. “Le scuse stavolta non bastano“, tuonano dalla Rai e l’effetto si vede. Il programma è stato cancellato e il direttore generale Antonio Campo Dall’Orto, ha commentato: “Sono contenuti che contraddicono la mission del servizio pubblico e la nostra linea editoriale”.

Il programma della Perego si trovava all’interno de La vita in diretta e nell’ultima puntata aveva mandato in onda un servizio dedicato alle donne dell’est, corredato anche da una “lista” sul perché un uomo italiano dovrebbe preferirle alle donne “nostrane”.  Dopo le inevitabili polemiche, la Rai è passata ai fatti e ha ordinato la chiusura del programma annunciandolo in unanota ufficiale.

2x1000 PD

Campo Dall’Orto, rivolgendosi a Paola Perego, ha spiegato che gli errori si fanno e le scuse sono “doverose”, ma in questo caso non sufficienti:

“Gli errori si fanno, e le scuse sono doverose, ma non bastano, si tratta di contenuti che contraddicono la mission di servizio pubblico. Occorre agire ed evolversi. La decisione di chiudere Parliamone sabato non è infatti solo la semplice e necessaria reazione ai contenuti andati in onda lo scorso sabato, contenuti che contraddicono in maniera indiscutibile sia la mission del servizio pubblico che la linea editoriale che abbiamo indicato sin dall’inizio del mandato. E’ anche una decisione che accelera la revisione del daytime di Rai1 sulla quale peraltro stavamo già lavorando da tempo. Questo al fine di rendere i contenuti Rai sempre più coerenti ai valori che ne ispirano la missione”.

Il direttore di Rai1, Andrea Fabiano, ha poi rinnovato le sue scuse per l’accaduto:

“Rinnovo le mie scuse più sincere per quanto accaduto e ribadisco l’impegno per un’offerta sempre ispirata ai valori del servizio pubblico”.

To Top