Blitz quotidiano
powered by aruba

Raffaele Sollecito, dal delitto Meredith a opinionista Rete4

ROMA – Raffaele Sollecito, condannato in primo grado ma poi definitivamente assolto dall’accusa di avere partecipato nel 2007 all’omicidio di Meredith Kercher, è “opinionista” sui temi della Giustizia nel programma Il Giallo della Settimana, uno spin-off di Quarto Grado, che viene trasmesso il sabato sera da TgCom24.

Raffaele Sollecito è stato definitivamente assolto anche dalla Cassazione, è stato in carcere, ha affrontato tutti i gradi del processo: conosce la macchina della Giustizia meglio di tutti noi – conferma il direttore Paolo Liguori durante la presentazione alla stampa della nuova veste del TgCom24 – e ci racconterà anche il suo calvario. A volte quando guardo la televisione mi chiedo: quella è una criminologa? E’ una belle ragazza, lo vedo anch’io, ma dove si prende il diploma di criminologa? Io mi sento molto come Sollecito e se lui è uno specchietto per le allodole, allora lo sono anch’io”, aggiunge Liguori.

Per Raffaele Sollecito, assurto alla notorietà mediatica per il clamore di un delitto rimasto sostanzialmente irrisolto (era fidanzato con Amanda Knox), la tribuna tv giunge dopo altri iniziative di rilancio e riscatto personale. Come la start up un po’ macabra che ha contribuito a lanciare. Si tratta di un social network per commemorare i defunti, con possibilità di caricare foto e video; ma anche uno strumento di e-commerce, per posare mazzi di fiori sulla lapide del proprio caro, che magari riposa a centinaia o migliaia di chilometri di distanza.