Blitz quotidiano
powered by aruba

Stefano Bettarini-Clemente Russo, il Codacons: “Chiudere il Grande Fratello”

ROMA – “Il Grande Fratello Vip deve essere immediatamente chiuso e gli autori del programma vanno licenziati in tronco”. Il Codacons attacca a testa bassa i vertici di Canale 5 sul caso Stefano Bettarini-Clemente Russo. I due concorrenti qualche notte fa, bisbigliando e credendo di non essere ascoltati, si sono lasciati a andare a commenti piccanti e a tratti anche apertamente misogini. Il contenuto del dialogo, non facilmente intellegibile, l’ha fatto davidemaggio.it, sito di riferimento per gli amanti del gossip. In sostanza Bettarini ha confidato all’amico di averripetutamente tradito Simona Ventura durante tutto il loro matrimonio, celebrato nel 1998 e durato una decina d’anni. Bettarini fa anche i nomi delle amanti, racconta dettagli (come le reazioni dei fidanzati delle amanti alla scoperta del tradimento), si spinge a spiattellare particolari piccanti.

“È inaccettabile che in un paese dove ogni giorno ci si indigna per atti di violenza sulle donne e per gravi episodi omofobici, possano andare in onda trasmissioni nelle quali emerge sessismo, maschilismo e omofobia”, tuona il presidente del Codacons Carlo Rienzi secondo cui il Grande fratello Vip è “altamente diseducativo”. “La messa in onda in diretta di affermazioni offensive per la figura delle donne e per gli omossessuali, senza alcun contraddittorio o censura, lancia messaggi pericolosissimi ai più giovani, che come noto emulano i comportamenti dei personaggi famosi visti in tv”. Nel mirino dell’associazione anche un’altra dichiarazione di Russo che ha usato il termine napoletano “friariello” (gay, ndr) come nomignolo per il concorrente Bosco Cobos. “Ad aggravare la situazione – conclude il Codacons – il fatto che insulti e affermazioni sessiste e omofobe non si limitino al programma, ma vengano amplificate dai social network”.