Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto, l’inviato del Tg5 si commuove: “San Benedetto…”

NORCIA – Antonio Bartolomucci, inviato del Tg5 davanti alla basilica di San Benedetto a Norcia, si commuove e si lascia andare a una preghiera: “San Benedetto, protettore, forse doveva metterci una mano in più, sia lui che tutti gli altri santi”. Questo il video pubblicato da TvBlog.

I momenti della paura sono stati ancora una volta terribili, e sono ingenti i nuovi danneggiamenti nel cuore dell’Italia centrale: Norcia è in ginocchio, è venuta giù la chiesa di San Benedetto, le anziane suore fuggivano e la gente si è messa a pregare in piazza. Poche ore dopo ha ceduto anche la chiesa di Santa Rita, con la facciata che era costruita con le pietre provenienti da edifici distrutti da antichi sismi. La vicina Castelluccio, celebre per le sue lenticchie, è ancora isolata. Paura anche a Roma, dove le scosse sono state sentite ovunque e da stamani sono in corso decine di verifiche anche a San Pietro e al Colosseo. Ferme per qualche ora le metropolitane nella Capitale. Chiusa per qualche ora la basilica di San Paolo fuori le Mura. A causa della formazione di alcune crepe sulla cupola capolavoro del Borromini di Sant’Ivo alla Sapienza a Roma, la chiesa è stata chiusa. Rimane chiuso “fino a nuovo ordine” il tratto finale della Tangenziale Est di Roma: in particolare, la chiusura riguarda il tratto da Largo Passamonti in direzione Vle Castrense (San Giovanni). Anche la rampa di accesso alla tangenziale da via Prenestina è chiusa.

 


TAG: