tv

The Crown su Netflix: ecco i motivi: se fosse stata sulla BBC la Regina…

the-crown

The Crown su Netflix: ecco i motivi: se fosse stata sulla BBC la Regina…

LONDRA – Svelato il motivo per cui la nota serie-tv “The Crown” ha scelto Netflix e non la BBC: i creatori spiegano che lavorare con la concessionaria in esclusiva del servizio pubblico radiotelevisivo nel Regno Unito, avrebbe significato l’implicita supervisione di Buckingham Palace.

The Crown, incentrata sulla vita di Elisabetta II e sulla famiglia reale britannica, è la serie tv, distribuita da Netflix, più costosa di sempre con un budget di 100 milioni di dollari a stagione.

Ma i creatori hanno rivelato che a scegliere lo streaming on line, non è stata una questione di soldi ma il fatto che lavorare con la BBC avrebbe coinvolto la “supervisione” del Palazzo, riporta il Daily Mail.

Annie Sulzburger, responsabile dell’acquisizione dei contenuti di Netflix, ha affermato che l’azienda ha permesso loro di creare la serie in totale libertà, indipendenti dal giudizio della famiglia reale, cosa impossibile se fosse andata in onda sulla BBC.

Peter Morgan, autore della serie aveva affermato che “una puntata della BBC dura 59 minuti e ci saremmo preoccupati continuamente. Poi è arrivata l’offerta di Netflix e hanno detto ok, 57 o 60 minuti non importa, i soldi ci sono”.

Inizialmente fu pensato che la serie andasse in onda con il servizio streaming americano poiché la BBC non poteva permettersi costi di produzione da 100 milioni di dollari a stagione.

Anche se non è chiaro quante persone abbiano visto il programma, Netflix ha 104 milioni di abbonati, di cui 6,1 milioni del Regno Unito.

The Crown, in cui Claire Foy interpreta la regina Elisabetta e Matt Smith il principe Filippo, percorre la storia della famiglia reale dal 1947 al 1955.

Ma quando la serie inizierà a parlare degli avvenimenti più recenti, compresa la vita di Diana, secondo la Sulzberger sarà difficile decidere cosa includere poiché i gossip riguardanti i reali nel corso degli anni sono diventati sempre più frequenti.

To Top