tv

Tivùsat, Picardi: “Offerta in crescita, puntiamo al 10% delle famiglie italiane”

Tivùsat, Picardi: "Offerta in crescita, puntiamo al 10% delle famiglie italiane"

Alessandro Picardi, presidente di Tivù srl

ROMA – A sette anni dal lancio di Tivùsat, la piattaforma satellitare gratuita italiana è ormai una realtà consolidata. Una finestra sull’intrattenimento, sulla cultura, sull’informazione nazionale e internazionale, lo sport, la fiction e lo spettacolo, che sta cambiando il nostro modo di guardare la tv. Intervistato da L’Unità, Alessandro Picardi, presidente di Tivù srl e direttore Sviluppo strategico delle piattaforme Rai, ha fatto il punto sullo “stato di salute” di Tivùsat.

“Il bilancio dalla nascita di Tivùsat dà ampiamente ragione alla scelta fatta a suo tempo da Rai, Mediaset, Telecom Italia, Associazione tv locali e Aeranti Corallo. Ad oggi la piattaforma satellitare gratuita supera le 2 milioni e 900 mila smartcard attivate, circa il 9% delle famiglie italiane e le richieste di attivazioni sono in costante crescita, non più un segnale ma un fatto consolidato che la scelta di tanti utenti che guardano la programmazione dei diversi editori sul satellite free viene riconosciuta come una soluzione per chi ha problemi orografici oltre che come un servizio di grande qualità”.

Tivùsat è nata nel 2009 per risolvere problemi di ricezione del digitale terrestre nelle zone d’Italia che non lo ricevevano o faticavano a riceverlo. Oggi però chi sceglie il servizio non lo fa solo per questioni puramente tecniche, ma anche per la qualità del segnale satellitare e perché è senza canoni mensili. A questo si aggiunge la possibilità di avere canali in Hd e 4K  (o Ultra Hd). “Tre canali, il 4K1 e 4K2 di Eutelsat al canale 200 e 211 del telecomando e il canale Rai al 210, Rai 4K che si attiva in occasione dei grandi eventi”, specifica il presidente di Tivù.

“(…) Il 27 dicembre – ricorda Picardi – è andato in onda sul canale Rai 4K il documentario di Alberto Angela sul patrimonio culturale di San Pietro e del Vaticano, un’operazione straordinaria diffusa in modo gratuito su più piattaforme. Vedere la programmazione 4K in maniera gratuita oggi è possibile per tutti i possessori di Tivùsat (…)”.

Siamo al 9% e raggiungere il 10% delle famiglie italiane sarebbe un risultato storico“, assicura Alessandro Picardi, che aggiunge: “L’obiettivo attuale è dare agli utenti che scelgono la televisione satellitare gratuita 30 canali in Hd entro i primi mesi del 2017 e rafforzare la programmazione in 4K/Ultra Hd“.

Classe 1977, napoletano, Alessandro Picardi è anche Consigliere di Amministrazione di Auditel e Consigliere Generale di Confindustria Radio Televisioni. Arrivato in Rai nel 2013 a capo della Direzione delle Relazioni Istituzionali e Internazionali con l’ex Dg Luigi Gubitosi, a Picardi viene riconosciuto di avere dalla sua un curriculum di un certo rilievo: tre anni ai rapporti istituzionali di Sky e altri sei a capo delle relazioni istituzionali, interazionali e degli affari regolamentari di Wind Telecomunicazioni (di cui quattro durante la gestione Gubitosi), per poi finire in Alitalia, su chiamata dell’ex Ad Andrea Ragnetti, in cui è stato Vice Presidente Corporate Affairs.

To Top