Blitz quotidiano
powered by aruba

Tv sempre più social, meno generalista: gli scenari…

ROMA – Oggi (mercoledì 30 marzo) dalle 9.30 alle 13.00 all’Auditorium del MAXXI di Roma, l’Osservatorio Social TV presenta la ricerca annuale sull’evoluzione delle audience televisive. Il titolo di questa edizione è “La nuova centralità televisiva. Schermi, contenuti, pratiche delle audience connesse.

L’Osservatorio Social Tv, nato nell’aprile 2013 presso il Centro Interdipartimentale Digilab (Sapienza Università di Roma), con il coordinamento scientifico di Alberto Marinelli e Romana Andò (Sapienza), riunisce per la prima volta intorno ad un unico tavolo di lavoro i più grandi editori televisivi sul panorama nazionale per ragionare insieme sui cambiamenti del consumo televisivo e, in particolare, sul fenomeno della Social Tv in Italia. Cosa significa oggi guardare “la televisione”?

Quali rituali di consumo ridefiniscono quotidianamente la centralità televisiva? Come il multiscreening sta cambiando le pratiche di consumo? Come cambia il rapporto con il contenuto nella tv? In quali pratiche social le audience si impegnano di più e perché? Dalla ricerca emerge una nuova centralità televisiva, che supera i modelli e i formati della tv tradizionale e si manifesta attraverso una straordinaria molteplicità di pratiche, scenari di consumo, schermi, interazioni sui social media. L’aumento dei dispositivi di accesso ai contenuti e la moltiplicazione delle modalità di fruizione stanno producendo un complessivo incremento del tempo dedicato alla visione e un’esperienza di consumo definitivamente più appagante e stimolante, in cui emerge il protagonismo delle audience connesse. Lo spettatore è così sempre meno passivo e sempre più fruitore partecipe al palinsesto, come quando usa i social (Facebook, Twitter), sempre più presenti anche in televisione.