Blitz quotidiano
powered by aruba

Grecia: 5 motivi per visitare Astypalea

Lontana dal caos del turismo di massa, Astypalea è un'isola tutta da scoprire, 5 motivi per sceglierla e visitarla

Di Margherita Ragg di thecrowdedplanet.com

Avete presente la Grecia del film Mediterraneo? Case bianche in cima a una collina, spiagge di mare cristallino e uno stile di vita semplice e rilassante? Non è un’utopia, nella Grecia estiva invasa dai turisti – è quello che troverete ad Astypalea, una delle isole greche meno conosciute. L’isola si trova tra le Cicladi e il Dodecaneso, ed è priva di turismo di massa, grazie al fatto di essere ancora poco conosciuta e quindi fuori dalla maggior parte dei circuiti turistici.

Se siete in cerca di un posto dove è possibile rilassarsi, esplorare la natura e conoscere l’autentica ospitalità greca, Astypalea è una scelta eccellente. Gli amanti della natura avranno l’imbarazzo della scelta su come passare le proprie giornate. È possibile fare escursioni a piedi in giro per le colline dell’isola, cercando erbe selvatiche con una guida locale, per poi fermarsi in spiaggia o fare una gita in barca intorno all’isola.

Qui abbiamo elencato 5 motivi per visitare Astypalea – ce ne sono sicuramente molti di più, ma questo è quello che abbiamo potuto scoprire dopo 5 giorni sull’isola!

1) Scoprire la storia di Astypalea

Astypalea ha un passato molto interessante. È stata parte della Repubblica di Venezia nel Cinquecento, quando era conosciuta come Stampalia – il castello di Chora, centro principale dell’isola, è stato infatti costruito dalla famiglia veneziana Querini, che amava così tanto l’isola da aggiungere Stampalia al proprio nome.

Dopo il periodo veneziano, l’isola è stata conquistata dagli Ottomani che l’hanno rinominata Istanbulya, e poi di nuovo dagli italiani fino alla fine della Seconda Guerra mondiale. Il castello di Astypalea e le strade di Chora sono un ottimo punto di partenza per scoprire l’affascinante storia di questa isola.

2) Celebrare la Pasqua Ortodossa

Astypalea è fantastica nel periodo della Pasqua Ortodossa, che di solito cade tra aprile e maggio. Il tempo è di solito bello ma fa ancora fresco, e la gente del luogo è molto ospitale e sicuramente vi inviterà ad unirvi a loro per le celebrazioni. La notte tra sabato e domenica è particolarmente interessante – a mezzanotte, dopo ore di messa, la gente si riversa per le strade al grido di ‘Christos Anesti’, e poi la festa continua tutta la notte.

3) Esplorare le colline con una guida locale

Bettina è nata in Austria, ma vive ad Astypalea da più di 20 anni. È appassionata di trekking e di erbe selvatiche e organizza gite di un giorno a piedi per esplorare le colline di Astypalea, dove è possibile visitare piccole chiese, giardini abbandonati e vedette mozzafiato. Per organizzare una gita con Bettina, contattate l’ufficio del turismo di Astypalea, o chiedete in loco.

4) Un pomeriggio in spiaggia

La spiaggia di ciottoli di Agios Konstantinos è una delle più belle di Astypalea, con una splendida vista su Chora dall’altra parte della baia. Ci sono diverse belle spiagge in tutta l’isola – le più accessibili da Chora sono la spiaggia di Livadi e quella vicino al vecchio porto.

5) Fate un giro in barca

In estate, i pescatori portano volentieri i visitatori a fare un giro turistico sulle loro barche, consentendo di apprezzare l’isola da una prospettiva diversa. Purtroppo, la nostra gita in barca intorno ad Astypalea è stata annullata a causa del maltempo – solo un motivo in più per tornare!

Immagine 1 di 5
Immagine 1 di 5

PER SAPERNE DI PIU'