Viaggi e turismo

Roma con i bambini? Arrivano le mappe disegnate per loro!

In viaggio con i bambini, nascono le mappe kids-friendly.

In viaggio con i bambini, nascono le mappe kids-friendly.

Nell’immaginario comune, le mappe sono sinonimo di avventura, esplorazione, viaggio.

Dall’isola del tesoro ai passaggi segreti di Hogwarts, le mappe raccontano luoghi e disegnano storie.

Perché, quindi, non usare questo “stratagemma” per accompagnare i bambini alla scoperta delle città italiane?

Ci ha pensato ItalyForKids, la casa editrice che disegna mappe per bambini e che dopo la Mappa Illustrata di Milano e quella di Torino, approda nella Città eterna con la Mappa Illustrata di Roma. Piccoli esploratori si diventa ma per farlo sono necessarie mappe “su misura”. Si parte con le dimensioni, 50×70 cm, gestibili anche dai più piccoli e dallo stradario, semplificato ma reale. Lo scenario della città è animato dalle bellissime illustrazioni di Mattia Cerato: monumenti, musei, palazzi e grattacieli, statue, fiumi, colli e parchi.

Le città sono abitate da bambini, adulti, animali e da alcuni personaggi storici o famosi, in qualche modo legati alla città. Secondo ItalyForKids, che riprende una citazione di Calvino, le mappe sono infatti storie da raccontare. Così a Milano potete trovare Dario Fo e Leonardo da Vinci, a Torino Edmondo DeAmicis e Rita Levi Montalcini, a Roma, Nerone e Francesco Totti. Davvero divertente!

Colosseo, Vittoriano, Piazza Navona e la Fontana di Trevi, Roma è immensa, e non è facile dare spazio a tutte le “anime” della città eterna ma a ItalyForKids sono riusciti a dare voci a tanti personaggi.  Anche l’anima politica di Roma è rappresentata con l’icona della Repubblica Italiana. Il Comune, invece, è indicato dal simbolo ufficiale, quello che ancora reca il celebre S.P.Q.R.

E che dire poi del “sorcino” che segue Renato Zero? I bambini trovano davvero divertente questa storia dei fan del cantante e dell’appellativo che li contraddistingue.

Spazio anche alla cucina capitolina: dolci e piatti tipici contribuiscono all’identità della città Eterna. Così i bambini possono cercare e trovate Amatriciana, maritozzo e grattachecca!

Sulle mappe si trovano anche giochi “a tema”, dai labirinti agli unisci i puntini, per continuare il viaggio anche seduti al tavolino di un bar e indicazioni su Musei e attrazioni interessanti per un pubblico under12. Alla fine del tour, la mappa si personalizza con gli adesivi inclusi e diventa il souvenir di una giornata o di una vacanza.

Si può proporre una mappa cartacea a una generazione di nativi digitali? Muoversi nello spazio è una competenza da cui non si può prescindere e che precede qualsiasi rappresentazione virtuale.

L’orientamento, la scala e il simbolismo della legenda sono le tre caratteristiche che permettono di fruire qualsiasi elaborazione ma solo sul “vecchio” supporto cartaceo è possibile mantenere la simultaneità delle informazioni sullo spazio che ci circonda.

E poi c’è la magia della mappa, questo strumento che da secoli accompagna la voglia di avventura.

Si può imparare a viaggiare fin da piccoli, anche nella propria città. Provare per credere.

To Top