Blitz quotidiano
powered by aruba

Atene in 24 ore: itinerario dell’Acropoli a piedi

Di Alessandra Granata de I Viaggi dei Rospi

Le compagnie aree low cost spesso pubblicizzano voli con tariffe stracciate, ma che consentono di volare nei giorni feriali o per brevissimi soggiorni. Cosa fare quindi se troviamo offerte per le capitali europee a pochi euro? Lasciarle scappare o penderle al volo?
“Partire sempre!” è la nostra risposta perché nonostante i “Cosa ci vado a fare per così poco tempo, non riuscirò a vedere nulla della città”, ci sono itinerari che consentono di assaggiare la città e farsi quell’idea sommaria indispensabile per capire se in una prossima occasione ci interesserà organizzare una vacanza per qualche giorno in più.

Così, per una veloce toccata e fuga che ci allontana dalla routine quotidiana, questi mini viaggi sono davvero un toccasana! Provare per credere!

Atene in 24 ore cosa vedere

La capitale greca è una di quelle città che bisogna vedere almeno una volta nella vita. C’è chi la ama alla follia, c’è chi la paragona al nostro sud, c’è chi non riesce neppure a cogliere gli aspetti migliori di questa metropoli di oltre 600 mila abitanti che grazie alle Olimpiadi del 2004 si è rinnovata notevolmente.

L’Acropoli – nell’immaginario collettivo – è sicuramente il simbolo di questa città e dell’intero paese, motivo per il quale con pochissimo tempo a disposizione, ci si concentra sulla sua visita e sulle zone limitrofe.

Ore 9.30 Fate colazione con caffè greco (ellenikò) mentre la Plaka si risveglia lentamente, in un bar affacciato sull’Antica Agorà.

Ore 10 Approfittate della temperatura ancora mite in primavera per vagabondare lungo i vicoli più tranquilli del quartiere che nascondono deliziose chiesine ortodosse fino a salire su in cima alla collina del Partenone.

Ore 11 E’ tempo di dedicare almeno un paio d’ore alla visita del Museo dell’Acropoli. Inaugurato nel 2009, raccoglie sculture, installazioni e antichi reperti dalla preistoria fino all’antichità ed è una pietra miliare se volete conoscere come si svolgeva la vita ai tempi dell’Acropoli.

Ore 13.30 Fermiamoci per una pausa sotto i platani nei vicoli della Plaka e fate tappa in una delle taverne del quartiere vicino alla Torre dei Venti. Scegliete il vostro tavolino all’aperto e rilassatevi fino al mesimeri (il mezzogiorno ellenico).

Ore 15 L’ora delle siesta è un must, ma siccome dovete sfruttare ogni minuto di questa giornata, andate a spiare quella degli altri girovagando nei vicoli dell’Anafiotiko, un microscopico quartiere in puro stile cicladico costruito nell’800 dai muratori emigrati dall’isola di Anafi.

Ore 16.30 Con il calare del sole giunge finalmente il tempo di salire in cima all’Acropoli e passeggiate lungo l’intera area archeologica fino al tramonto, quando il sole incendia il bianco delle case degli ateniesi.

Ore 20 ora che fa più fresco, scendete a Monastiraki per curiosare tra i negozietti di vestiti, sandali e chincaglieria. Approfittatene per riempire lo stomaco con un ghiropita o un pitasouvlaki e camminate fino a Piazza Mitropoleos dove ammirerete la bellissima cattedrale Metropolintana in stile neoclassico alle cui spalle si nasconde la minuscola chiesa bizantina di Aghios Eleftherios, un gioiellino da fotografare e conservare nel cuore.