Blitz quotidiano
powered by aruba

Cosa fare in Trentino quando piove

Vivere il Trentino in famiglia e divertirsi anche quando piove, idee per grandi e piccini.

Di Valentina Cappio di The Family Company

La maggior parte delle famiglie italiane nella scelta delle vacanze estive punta ancora verso le coste del Belpaese. Tradizione, voglia di relax e giornate infinite da trascorrere sotto il sole. Nonostante ogni anno la vacanza in montagna attragga un numero crescente di famiglie che partono per i monti con la speranza di incontrare la clemenza del tempo, la cantilena del “stessa spiaggia, stesso mare” ha ancora la meglio.

Infatti, è proprio il timore di ritrovarsi chiusi in una stanza d’albergo per via di un cielo plumbeo il fattore predominante che scoraggia molte famiglie con bambini a scegliere questo tipo di vacanza alla classica calda e assolata spiaggia. La variabilità del meteo in montagna è un aspetto che non si può sottovalutare, ma a tendere la mano verso i genitori, c’è un’infinità di attività didattico-ricreative organizzate da una delle regioni più family-friendly d’Italia: il Trentino!

Qualunque sia la valle che sceglierete, troverete infatti fantastici musei a misura di bambino, castelli misteriosi da esplorare, treni magici, laboratori e tante altre incredibili attività per piccoli, grandi esploratori.

Ecco, quindi, una carrellata di cose da fare in Trentino quando il meteo non consente di trascorrere giornate intere all’aperto:

1)    Il Muse di Trento

Chi non lo conosce? È uno dei musei family più belli d’Italia. Si tratta del Museo della Scienza di Trento, spettacolare nella struttura (è stato infatti progettato da Renzo Piano) ma anche e soprattutto nell’offerta: postazioni interattive, percorsi avventurosi, laboratori e aree dedicate a piccoli e piccolissimi.  Le sezioni più belle? Tutto il piano zero è davvero fantastico per i bambini con le varie postazioni interattive, gli esperimenti da fare, i giochi didattici e le sfide per imparare. Imperdibile lo spazio Maxi Ooh! dedicato ai bimbi da 0 a 5 anni, che si anima, si colora, si illumina – interagendo con i piccoli visitatori e stimolando tutti e cinque i sensi; e la Discovery Room dedicata ai bimbi dai 4 agli 8 anni.

 

Ovviamente, il Muse organizza tantissime attività e laboratori dedicati ai bambini; il calendario è davvero notevole e lo trovate sul sito del Museo: www.muse.it

2)     Le proposte family di Rovereto

Anche Rovereto, a due passi da Trento, è famosa per la sua offerta museale a misura di bambino; ogni weekend, infatti, propone laboratori, percorsi didattici e divertenti attività per famiglie nei suoi bellissimo musei.

Qualche esempio? A Sperimentarea, una straordinaria cittadella dedicata alla ricerca scientifica e alla didattica, è possibile sperimentare la natura attraverso attività inedite. Al Planetario, presso la sede del Museo Civico, sono in programma diversi spettacoli di astronomia. L’Osservatorio Astronomico di Monte Zugna è aperto al pubblico la terza domenica di ogni mese per permettere a tutti, grandi e piccini, di osservare le caratteristiche del Sole con l’ausilio di due potenti telescopi. Il Museo Civico di Rovereto propone diversi laboratori di robotica per bambini e ragazzi presso il LEGO Education Innovation Studio (LEIS). Insomma, una carrellata di proposte in grado di intrattenere bimbi di ogni età!

Da non perdere assolutamente i laboratori per famiglie del Mart, che comprendono itinerari e lezioni di approfondimento in relazione alle mostre e alle collezioni del Museo, laboratori di sperimentazione di tecniche e linguaggi artistici rivolti agli adulti, workshop d’artista, laboratori ludico- creativi che propongono una partecipazione attiva dei bambini e dei loro famigliari alla vita del Museo.

In alcuni periodi di vacanze scolastiche, alle famiglie è dedicato anche il servizio di colonia diurna Play Mart e, con “Mart e territorio”, l’Area Educazione fornisce un servizio di consulenza per la realizzazione di attività anche fuori dalle sedi del Museo. Infine, ogni sabato (ore 16) in Galleria Civica e ogni domenica (ore 15) in Museo, appuntamento con i laboratorio per famiglie Little Mart (costo attività 3€).

E come non menzionare il bellissimo Castello di Rovereto, dove poter diventare cavalieri e principesse almeno per un giorno? In realtà il maniero è attualmente in fase di restauro, ma ospita un museo davvero speciale: Il Museo della Guerra, che include un suggestivo percorso alla scoperta di cunicoli e torrioni, armi e strumenti dalla preistoria al Medioevo ed una vasta raccolta di armature, armi bianche e da fuoco, da duello e da caccia. Nella sezione dedicata alla Grande Guerra, gli oggetti accompagnati da immagini e testi, avvicinano i più piccoli al difficile tema della guerra, facendo emergere il valore universale della pace.

Il Museo della Guerra di Rovereto, inoltre, propone un interessante programma didattico per bambini, che include schede illustrate da scaricare e stampare a casa, attività e proposte per il weekend, visite guidate e alcuni bellissimi video da guardare insieme ai nostri bimbi. Maggiori informazioni a questo link.

E per maggiori dettagli su tutte le proposte family dei Musei di Rovereto, vi rimando comunque al catalogo online di VisitRovereto.it.

3)     Dolaondes

In Val di Fassa, a Canazei per la precisione,c’è un acquapark indoor davvero spettacolare. Si chiama Dòlaondes e ha superficie complessiva di 2.400 mq: qui è possibile nuotare, divertirsi, rilassarsi e rigenerarsi grazie all’acqua pura che sgorga dalle montagne. Ma il pezzo forte, quello che farà impazzire di gioia i vostri bambini, è l’incredibile scivolo parabolico, lungo ben 111 metri. Si scivola giù alla velocità della luce e il percorso è reso ancora più adrenalinico grazie a luci e suoni modulari. Lo scivolo è vietato ai bambini di età inferiore ai 6 anni che però avranno una piscina a loro dedicata, con scivoli mini e giochi d’acqua. Maggori informazioni: www.dolaondes.it

4)     AquaIn

Piscine e divertimenti anche ad Andalo! AquaIn è un centro benessere che, oltre a trattamenti di bellezza, offre divertimento per tutte le età grazie ad una serie di piscine indoor; c’è la Vasca Fun con l’idroscivolo, la Vasca Baby per i piccolissimi, e la Vasca Energy con idromassaggio lombare e cervicale. Grande divertimento anche presso la Piscina Sportiva, che propone un gonfiabile lungo oltre 10 metri!  In estate, poi, partono le “Holidayswim”, corsi di nuoto pensati appositamente per chi è in vacanza, perché danno la possibilità di poter frequentare anche  una sola lezione. Maggiori informazioni: www.acquain.it

5)     Il Museo Ladino della Val di Fassa

I ladini rappresentano una minoranza riconosciuta in questa vallata, tanto che il ladino non è considerato un dialetto, ma la lingua ufficiale della gente del posto. Non poteva mancare dunque un museo dedicato all’antica cultura ladina,  il cui cuore è una bella struttura che si trova a Vigo di Fassa, visitabile gratuitamente se si possiede la Fassa Card e piena di postazioni interattive, riproduzioni a misura d’uomo, utensili, oggetti di arredamento e persino un’intera casa ladina ricostruita.

Durante la bella stagione, il Museo Ladino propone un ricco programma di attività per bambini; ma questo suggestivo viaggio attraverso la cultura ladina non si esaurisce con il museo ed i suoi laboratori. Insieme ai vostri bimbi, sarà fantastico visitare sono anche le sue sezioni distaccate: La Sia (la segheria veneziana) a Penia di Canazei, il Molin de Pezol (il mulino) a Pera di Fassa e La Boteiga da Pinter (il bottaio) a Moena.

Insomma, il divertimento è a portata di mano in Trentino, anche con il brutto tempo. Queste sono solo cinque suggerimenti, ma questa regione – così attenta alle esigenze dei bambini – offre molto di più: potete ad esempio arrampicarvi su pareti indoor, pattinare, nuotare, divertirvi in bellissime ludoteche o ancora imparare giocando nei tantissimi musei family-friendly ospitati nelle varie vallate: c’è ad esempio la Casa Geopark a Carisolo in Val Rendena, il Centro Visitatori del Parco di Panaveggio Pale di San Martino, il Museo della Malga oppure il Museo di Nonno Gustavo (quest’ultima è una piccola baita a Bellamonte, a pochi chilometri dal centro visitatori del Parco di Paneveggio, che raccoglie i tesori della tradizione contadina della Val di Fiemme: utensili, attrezzi del passato e antichi cimeli raccontati da Nonno Gustavo in persona!).

Insomma, l’estate in Trentino è davvero a misura di bambino, anche con la pioggia!

Immagine 1 di 6
  • Piscina-Fun-AcquaIN
Immagine 1 di 6

PER SAPERNE DI PIU'