Blitz quotidiano
powered by aruba

Londra non turistica: 3 luoghi poco conosciuti ai turisti

Per un'insolita visita a Londra, tre luoghi poco conosciuti e fuori dai consueti itinerari turistici ma altrettanto affascinanti.

Di Marta Gianotti di thelondonher.it

Londra è una delle capitali più apprezzate al mondo, una di quella maggiormente frequentate dai viaggiatori di tutto il mondo che non ci si stanca mai di vedere.

I turisti che trascorrono in città solo qualche giorno, si soffermano sulle maggiori attrazioni ma è facile immaginare quanti siano invece anche gli altri angoli della città poco conosciuti ma allo stesso modo ricchi di fascino ed autenticità londinese.
Se vi trovate a Londra per un periodo un po’ prolungato o se ci siete già stati molte volte e state cercando qualcosa di differente da vedere, ecco tre luoghi non turistici da non perdere in città.

St Katharine Docks 

Non molto distante dal Tower Bridge si trova un piccolo porticciolo, una tempo facente parte del Porto di Londra ma che ora costituisce una parte dei Docklands.
Col passare degli anni e l’aumento del successo di Londra come potenza economica, il St. Katharine Docks divenne troppo piccolo per accogliere le navi mercantile; venne perciò riqualificato e trasformato in una zona residenziale dove i magazzini del tempo attualmente ospitano negozi, ristoranti o abitazioni.
E’ possibile addentrarsi nel porticciolo grazie a piccoli ponticelli di legno e godere della vista suggestiva di questo scorcio londinese – soprattutto al tramonto. Proprio qui è inoltre possibile provare anche uno dei più antichi pub di Londra: il Dickens Inn.

Matlby Street Market 

I mercati della Cit sono certamente una delle sue maggiori attrazioni; sono innumerevoli quelli che si possono scovare in città e in grado di accontentare I gusti dei più
Tra i tanti, uno poco conosciuto ai turisti ma certamente amatissimo dai locali è il Maltby Street Market; questa mercato si svolge in zona Bermondsey ogni week end.

La storia di questo mercatino è piuttosto curiosa: infatti, durante la settimana, gli archi portanti di una ferroria in disuso sotto i quali vengono posti i vari banchetti, ospitano i magazzini dei differenti commercianti o artigiani  che producono e stagionano i vari prodotti poi venduti al dettaglio il sabato mattina durante il mercato.
L’atmosfera che si respira è decisamente rilassata. Lo stile un po’ vintage unito al buon cibo fanno poi di questo mercato una vera chicca londinese.

Hampstead Heath 

Siamo nella zona Nord di Londra dove i quartieri residenziali possono vantare la presenza di uno dei parchi più grandi della città.
Hampstead Heath, per la precisione, è una vera e propria collina che si estende per più di trecento ettari, raggiungibile tramite Overground (ossia la linea arancione della metropolitan londinese) scendendo appunto alla fermata Hampstead Heat.
Questo enorme parco offre numerosi sentieri su cui camminare, fiumi e laghetti in cui pescare o volendo fare il bagno e, una distesa di prati su cui rilassarsi o godersi un pic nic magari addocchiando qualche piccola volpe che si aggira furtiva!
Il parco ospita poi Parliament Hill, collina da cui è possibile vedere Londra dall’alto: da qui sono infatti facilmente riconoscibili la cupola di St Paul’s, il London Eye, I palazzo della zona finanziaria e altri simboli della città.

Immagine 1 di 2
  • Londra non turistica
Immagine 1 di 2

 


PER SAPERNE DI PIU'