Blitz quotidiano
powered by aruba

Salisburgo e dintorni alla scoperta di natura, cultura e arte

Il Salisburghese è fascino della natura, bellezza dei paesaggi, arte, cultura e storia; cosa fare e cosa vedere a Salisburgo e dintorni.

Di Alessandra Granata di iviaggideirospi.com

Incastonato tra morbide colline, valli, montagne e laghi cristallini, il Salisburghese accoglie ogni anno un numero crescente di viaggiatori richiamati dal fascino della natura, ma anche dai numerosi eventi culturali.

Salisburgo è il cuore di questa zona e, oltre ad essere riconosciuta nel mondo per essere la città natale di Mozart, sfavilla nella lista dei siti dell’Unesco per la bellezza delle architetture dei suoi edifici. Città barocca – spesso definita la Roma del Nord – è caratterizzata da vicoli pittoreschi, 4.000 eventi all’anno, 50 gallerie d’arte e ben 20 musei.

Prima di partire alla scoperta di questo gioiellino così vivace, è consigliabile acquistare la Salzburg Card  , che oltre a consentire libero utilizzo dei mezzi pubblici e alla funicolare che conduce al castello, offre gratuitamente accesso a manifestazioni culturali e la maggior parte dei luoghi d’interesse della città.

La visita parte dal centro storico suddiviso in quartieri a seconda dei vari stili architettonici: ci si perde tra i vicoli, tra cui spiccano Getreidegasse, Goldgasse, Kaigasse, Linzergasse e Steingasse, su cui prospettano edifici medievale, romanici, rinascimentali e barocchi, fino ad arrivare a quelli risalenti all’epoca della monarchia.

Dopo aver visitato il Distretto del Duomo, la visita prosegue verso la zona che fu dimora del grande musicista. Casa Mozart oggi ospita infatti un museo in cui si possono ammirare – oltre alle stanze in cui vise il compositore – documenti ufficiali, effetti personali e gli strumenti musicali del genio di Salisburgo.

Da non perdere poi è la visita alla fortezza, la più grande di tutto il centro Europa, e raggiungibile con la funicolare che parte dalla Festungsgasse. Nei secoli questo meraviglioso castello ha assunto il ruolo di fortificazione, residenza di principi, arcivescovi, è stata persino una prigione, diventando oggi uno tra i simboli più riconoscibili della città.

Salisburgo e dintorni: attività nella natura

Ma Salisburgo, oltre ad essere nota per le sue bellezze storico-culturali, offre un giusto mix di relax e sport. A pochi chilometri dalla città, si trovano infatti oltre 700 km di piste ciclabili, mete escursionistiche con itinerari trekking di diverse difficoltà e deliziose malghe in cui assaggiare specialità tipiche.

L’Eisriesenwelt di Werfen nei monti Tennengebirge, con i suoi 42km è invece la grotta ghiacciata più grande del mondo. Un gioiellino nascosto ancora al turismo di massa. La visita dura circa 75 minuti ed è possibile arrivare a piedi o per mezzo di una cabinovia. Un vero brivido tra sculture di ghiaccio naturali! La grotta è aperta dal 1 maggio a fine ottobre e si raccomanda di equipaggiarsi con abbigliamento pesante, in quanto la temperatura è prossima allo zero.

A soli 30 minuti di macchina gli amanti del turismo termale possono rigenerarsi presso il centro Aqua Salza che offre saune, piscine, sale massaggi in un ambiente molto indicato per viaggiatori di ogni tipo.

Salisburgo e dintorni: dove alloggiare

Indubbiamente alloggiare direttamente in città offre dei gran vantaggi in termini di tempo, soprattutto se dedicate a Salisburgo un weekend, ma per respirare l’atmosfera di questa regione, una vacanza in baita è di gran lunga la soluzione ideale per un compensare la voglia di natura, sport e tradizioni.

Immagine 1 di 2
  • Salisburghese
Immagine 1 di 2

PER SAPERNE DI PIU'