Blitz quotidiano
powered by aruba

Viaggi in aereo: 5 miti sul mondo dei voli, veri o falsi?

Quando costa meno acquistare un volo? l'atterraggio di fortuna è sempre disastroso? questi e altri miti sul mondo dei voli analizzati per voi!

Di Cristiano Guidetti di ViaggioVero.com

Sui voli aerei, sia sugli acquisti che su quello che succede a bordo si sono creati negli anni diversi miti, in alcuni casi sono reali e in altri sono del tutto falsi. Analizziamone 5 per capire dove sta la verità e capire anche se è possibile risparmiare nell’acquisto.

Pur essendo diventato un modo di spostarsi ormai comune per milioni di persone per altrettanti milioni volare rimane qualcosa di particolare, ammantato addirittura di leggende e miti.

Ho preso 5 miti sul mondo dei voli e vedremo se confermarli o smentirli definitivamente. Alcuni saranno “solo” divertenti, altri invece racchiudono in realtà consigli operati su come e quando acquistare un volo alla tariffa migliore possibile.

Acquistare un volo nei weekend costa di più

Vero. È provato che gli algoritmi delle tariffe aeree siano realizzati per alzare i prezzi durante i weekend.

Perché? Semplice, le persone sono a casa e hanno più tempo da dedicare agli acquisti, compresi quelli dei voli per le prossime vacanze. Per cui tutte le compagnie aeree, sia esse low cost o di linea hanno settato parametri per cui chi acquista nel weekend 9 volte su 10 paga qualcosa di più.

Ora vorrete sapere quali sono i giorni migliori per acquistare… sono qui per questo: i giorni migliori per acquistare, secondo diversi studi americani realizzati su migliaia di tariffe di compagnie aeree in tutto il mondo e monitorate per almeno 12 mesi, sono risultati il martedì pomeriggio e il mercoledì più o meno tutto il giorno.

Gli atterraggi di emergenza provocano quasi sempre disastri o ferimenti dei passeggeri

Falso. Non voglio spaventarvi ma se consideriamo il solo aeroporto di Heathrow a Londra, le sue statistiche dicono che viene eseguito circa un atterraggio di emergenza a settimana. Senza ripercussioni su passeggeri o problemi vari.

Ora, per farvi capire che volare non è pericoloso vi svelo una statistica: è stato provato che ci sono più persone che muoiono cadendo dal proprio letto che prendendo un aereo. Sì, questo è assolutamente vero.

Per risparmiare sull’acquisto di un volo bisogno acquistarlo più di 6 mesi prima

Falso. O meglio… ormai non è più così nella maggior parte dei casi. L’algoritmo delle tariffe aeree di cui parlavo prima si è evoluto negli anni e ora è più “intelligente”.

Ovvero: se una tratta è molto gettonata e la compagnia è sicura verranno venduti biglietti da subito quella tariffa semplicemente non sarà mai economica.

In quasi tutte le altre tratte invece la tariffa segue un ordine di prezzo a seconda del numero dei biglietti venduti o del periodo.

Anche in questo caso sono stati fatti studi su un campione ampio di tariffe e si è visto che il momento migliore per acquistare un volo è tra 70 e 90 giorni prima della partenza.

Quello che consiglio è, una volta scelta la tratta monitorarla per qualche settimana e vedere come varia; inoltre provare a cercare su più siti e per fare questo sono molto utili questi 5 siti comparatori di prezzi per i voli, ma soprattutto il segreto supremo è quello di essere flessibili nella partenza e nel rientro di uno o due giorni. In quel caso si ottengono grandi soddisfazioni negli acquisti di voli!

Il cibo sugli aerei ha sempre un sapore non esaltante

Vero. Premettendo che spesso e volentieri anche la qualità di cibo servito da molto compagnie aeree è pessimo, anche se fosse di buon livello il problema è fisico: l’altitudine, unita alla scarsa umidità presente sugli aerei provoca reazioni nel nostro naso e sulle nostre papille gustative e non ci permettono di “sentire” i sapori come a terra.

Questo spiega anche il fatto per cui su quasi tutti i voli vengono servite pietanze molto saporite come pollo al curry, lasagne o salse molto sapide.

Sugli aerei manca la fila 13 (negli Stati Uniti) o la fila 17 (in Europa)

Vero/Falso. Alcune compagnie aeree per non incappare in persone scaramantiche o credulone non inseriscono il numero 13 negli USA e il 17 in Europa.

È una questione puramente organizzativa, non vogliono avere problemi con persone che poi richiedono il cambio di posto. E comunque non tutte le compagnie aeree lo fanno, ho volato spesso su aerei in cui erano presenti entrambe le file.

Immagine 1 di 2
  • Miti sul mondo dei voli
Immagine 1 di 2

 


PER SAPERNE DI PIU'