Blitz quotidiano
powered by aruba

Acireale: i furbetti del cartellino al Comune. Video Youtube

Acireale: blitz al Comune, stanati i dipendenti assenti ma "miracolosamente" sul posto di lavoro secondo il badge. 62 indagati, 3 arresti

ACIREALE (CT) – Operazione anti-assenteismo della polizia di Stato al Comune di Acireale: agenti del locale commissariato hanno indagato 62 dipendenti che risultavano al lavoro, nonostante fossero assenti, grazie alla complicità di loro colleghi che ‘strisciavano’ per loro il badge personale.

Il Gip di Catania, su richiesta della locale Procura, per tre di loro ha disposto gli arresti domiciliari, e per altri 12 l’obbligo di firma. I restanti 47 sono stati denunciati in stato di libertà. I reati ipotizzati sono truffa e falso. I provvedimenti sono in corso di esecuzione da parte di agenti del commissariato della polizia di Acireale.

La polizia ha accertato che un impiegato ha timbrato il cartellino per altri cinque suoi colleghi. I riscontri dalle strisciate dei badge e dalla presenza negli uffici. Il gip Giovanni Cariolo ha deciso gli arresti domiciliari per i tre impiegati più assenteisti, che hanno accumulato più ore di assenza per avere fatto vidimare il proprio badge ad altri colleghi. L’inchiesta è stata coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica Pasquale Pacifico. (Natale Bruno, La Repubblica)

“Un sindaco non può cogliere con piacere una simile notizia, ma bisogna essere severi nei confronti di coloro che adottano atteggiamenti che vanno contro la pubblica amministrazione. Attenzione a non fare di tutta l’erba un fascio, ciò nel rispetto dei dipendenti del comune di Acireale che giornalmente svolgono il loro dovere”, ha dichiarato il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo in una nota a commento dell’operazione antiassenteismo.