Blitz quotidiano
powered by aruba

YouTube Crozza-Renzi con Maria Elena Boschi: scatta il bacio

MILANO – Crozza-Renzi con Maria Elena Boschi come Lancillotto e Ginevra a “Crozza nel Paese delle meraviglie”. E alla fine scatta anche il bacio. Il comico genovese ironizza sull’affiatamento tra il presidente del Consiglio e la ministra delle Riforme e dei Rapporti con il Parlamento.

Prende spunto dall’inchiesta sul giacimento petrolifero di Tempa Rossa, in Basilicata, che ha portato alle dimissioni la ministra per lo Sviluppo Economico, Federica Guidi, ma non ha intaccato la collega Maria Elena Boschi, che è stata difesa dallo stesso Renzi in persona.

Crozza ricorda che anche il padre della Boschi è indagato ma “Renzi fa finta di niente”. E quando alle spalle di Crozza-Renzi appare lei, lui inizia a cantare sulle note di “Ti scatterò una foto” di Tiziano Ferro:

“Tu sei Ginevra e io sono il tuo Lancillotto, anche se lui era figo, io sono un barilotto. Tu sei la mia fatina. Ti vorrò bene sempre quasi come a Carrai. Se caschi tu anche io crollerò poco dopo. E quei bastardi cattivi vorranno andare al voto. Però io ti proteggo dai giudici e dai giornali e i padri che fan bancarotta son cose normali. Vuoi fidarti di me? Che se al massimo arriva Verdini lo faremo in tre. Solo i nostri due cuori, senza oppositori. Ora ti hanno attaccato a causa dei petrolieri, sti gufi maledetti noi li faremo neri. A cosa può servire una Costituzione, tanto bastiamo noi a fare una nazione.





PER SAPERNE DI PIU'