Blitz quotidiano
powered by aruba

Marchini: Mio figlio uscito da coma perché non fumava canne

ROMA – Il candidato sindaco di Roma Alfio Marchini ha affrontato il tema delle droghe leggere a Piazza Pulita su La7 sostenendo le ragioni del no alla liberalizzazione proposta dai due suoi avversari Giachetti (Pd) e Raggi (M5S). A tenere banco, tuttavia, è la motivazione addotta: “Mio figlio ebbe un incidente anni fa e fu miracolato. I medici mi dissero ‘se suo figlio ha avuto un recupero è solo perché non si è mai fatto delle canne’. Ogni volta che si fa uso di droghe leggere i danni cerebrali che vengono fatti sono molti”.

In quella settimana di angoscia, ha spiegato, Marchini si è molto documentato. Un po’ avventurosamente ha detto che “si crea una frattura nel cervello, per cui  si crea un sentiero tra le due parti del cervello….” Non si è capito granché, se non la posizione netta contro le droghe leggere anche se, va sottolineato, senza toni da crociata e anzi rigettando l’idea del pugno chiuso (è la domanda del conduttore Formigli) ma promuovendo invece “l’abbraccio” nei confronti dei nostri ragazzi.

In rete il video impazza, è diventato virale, suscitando la prevedibile reazione degli antiproibizionisti e parecchie ironie a proposito del contributo scientifico offerto da Marchini.

 

Marchini: Mio figlio uscito da coma perché non fumava canne

 





PER SAPERNE DI PIU'