Blitz quotidiano
powered by aruba

Marco Pantani, punti oscuri: giubbotti, cocaina, lavandino..

RIMINI – Nuova puntata dell’inchiesta sulla morte di Marco Pantani: approfondire la questione dei metaboliti nel sangue di Pantani, quindi droga e medicinali; interrogare alcuni personaggi mai sentiti dagli investigatori che entrano nella vicenda della morte del campione avvenuta il 14 febbraio del 2004 al residence le Rose; approfondire il rebus del lavandino staccato dalla parete, secondo alcuni testi, ma rinvenuto sistemato; capire chi portò i giubbotti da sci a Marco e spiegare la collocazione del bolo di pane e cocaina vicino al cadavere.

In estrema sintesi sono queste le richieste formulate dall’avvocato Antonio De Rensis durante l’udienza del 24 febbraio a Rimini per l’archiviazione dell’inchiesta per omicidio volontario. Dopo due ore di udienza, davanti al gip Vinicio Cantarini, in cui il procuratore capo, Paolo Giovagnoli, ha esposto i perché della richiesta di archiviazione, formulati principalmente sulla base della nuova perizia medico legale del professor Franco Tagliaro che definisce la morte del pirata come un’overdose di cocaina e farmaci, ha parlato De Rensis alla presenza in aula della mamma Tonina.

“Secondo noi – ha detto De Rensis all’uscita dall’aula – ci sono diversi elementi da approfondire perché non soddisfa come sono stati approfonditi fino a questo momento”. De Rensis ha poi ricordato che a Forlì c’è un’altra indagine ancora aperta e che anche questa di Rimini non dovrebbe essere archiviata perché non sono state date spiegazioni esaurienti.  “Ho ascoltato in silenzio – ha detto ai giornalisti mamma Tonina – come mamma ma anche come tanti tifosi aspetto risposte. Voglio sapere quei giubbotti a Marco chi li ha portati?”.

 

A fine udienza il giudice Cantarini si è riservato la decisione che non arriverà in tempi brevi. Nel caso in cui dovesse rimandare in Procura per nuovi approfondimenti lo farà con un’ordinanza riservata comunicata alle parti. Nel caso in cui decidesse per l’archiviazione accogliendo le tesi di Giovagnoli lo farà con la deposizione riservata della decisione, quindi senza alcuna nuova udienza in entrambi i casi.

Immagine 1 di 20
  • Marco Pantani, petizione su Change.org: Non fermate indaginiMarco Pantani, petizione su Change.org: Non fermate indagini
  • Marco Pantani (foto Ansa)
  • Marco Pantani e il giallo della pallina di cocaina. La FOTO pubblicata da Sport Mediaset
  • Marco Pantani "complotto ci fu". Mister X: "Deplasmazione falsò ematocrito" (foto Lapresse)
  • Marco Pantani (Foto Lapresse)
  • Tonina Pantani col marito Paolo (foto Ansa)
  • Marco Pantani (LaPresse)
  • Elena Korovina, amante di Pantani, e Pantani (fotomontaggio di Dagospia)
Immagine 1 di 20




PER SAPERNE DI PIU'