Blitz quotidiano
powered by aruba

Sabina Guzzanti su La7: “Tg Porco” prima di Piazzapulita VIDEO

ROMA – Sabina Guzzanti con il suo “Tg Porco” avrà una striscia di 8 minuti su La7, prima di Piazzapulita. A trent’anni dalla sua prima apparizione in tv (1986, “Proffimamente… Non stop, regia di Enzo Trapani) e a quattro anni dalla non fortunatissima parentesi di “Un due tre Stella”, la cinquantaduenne attrice e regista ritorna sul piccolo schermo, sempre su La7.

Il suo “Tg Porco”, con la giornalista Venezia Cartolani, l’inviata aggratis Mara Ventura, la fuffologa Ezia De Mita, la sindacalista della Ula (Unione Lavoratori Aggratis) Zzazzetti, e le imitazioni di Maria Elena Boschi, Giorgia Meloni, Massimo D’Alema, Lucia Annunziata, farà da “copertina” nella prossima stagione di “Piazzapulita” di Corrado Formigli, partenza prevista a metà settembre.

Sabina, primogenita del giornalista e politico Paolo Guzzanti, sorella maggiore di Corrado e Caterina Guzzanti, è stata intervistata da Stefano Landi del Corriere della Sera (quotidiano che da poco con La7 condivide lo stesso editore, Urbano Cairo):

Un po’ come è successo con «L’Edicola» di Fiorello, un programma nato sul web viene promosso in tv.
«È il coronamento di un progetto, sono felice per chi ci ha creduto dall’inizio. La gente per strada mi chiedeva quando saremmo andati in tv. La nostra redazione era su WhatsApp: da qualche giorno è un fiorire di faccette e missilini di gioia».
L’avevate addirittura finanziato con un crowdfunding popolare….
«Un format fatto in casa, nato con pochi mezzi. Non avevamo nemmeno i soldi per comprare le parrucche per i travestimenti».
[…]
Per qualcuno lei erediterà a La7 la quota comica della copertina di Crozza.
«Il mio non sarà un monologo, non sarà in diretta e non sarà legato al programma. Crozza mi piace quando fa Razzi, De Luca… è l’unico capace di fare satira in tv».
[…]
In Rete si aprono nuovi spazi comici: crede alla comicità dal basso?
«Guardo con sospetto la retorica del web. Di certo i giovani stanno più volentieri su Internet che davanti alla tv. Ma è vero anche che la satira politica non gli interessa. Sarà una sorpresa anche per me l’accoglienza che avremo in tv.».
Chi la fa ridere in Rete?
«Lercio, il sito di news ideato da Michele Incollu».
Fare satira politica le ha tolto una grande fetta di pubblico?
«Tornassi indietro rifarei tutto, magari meglio. Sono disgustata da intellettuali e giornalisti che sono rimasti a guardare».
C’è una critica che le ha dato più fastidio in questi anni?
«Mi ha ferito ricevere insulti e non critiche: so che attaccare è un atteggiamento figlio della paura, ma non sono impermeabile a tutto».
[…]
Quando era bella la tv?
«La Rai3 anni ’90 era un laboratorio di cose nuove. La seconda serata era uno spazio di sperimentazione dove si poteva rischiare. C’era anche Crozza. E pure Fazio: peccato ora torni a fare “Rischiatutto”».





PER SAPERNE DI PIU'