Video

Sbagliamo a lavarci i denti. Un tutorial spiega come farlo correttamente VIDEO

Sbagliamo a lavarci i denti. Un tutorial spiega come farlo correttamente

Sbagliamo a lavarci i denti. Un tutorial spiega come farlo correttamente

ROMA – Sbagliamo a lavarci i denti. Un tutorial spiega come farlo correttamente. A spiegarlo è il Daily Mail che pubblica un video. Dagospia ha tradotto l’articolo del tabloid inglese:

“E’ importante farlo soprattutto prima di andare a letto, perché la placca si forma mentre dormiamo. Pezzi di cibo residui combinati al fatto che la bocca di notte è più asciutta, costituiscono l’ambiente perfetto per la placca.

“Crediamo di doverci lavare i denti dopo aver mangiato, invece a volte dovremmo farlo prima. Ad esempio la mattina appena alzati (o 30 minuti dopo il pasto) perché il cibo, soprattutto se contiene acidi, ammorbidisce lo smalto, che viene facilmente via con lo spazzolino e rende i denti più sensibil”i.

“Usare troppo dentifricio, come viene mostrato nelle pubblicità, è deleterio. Pulisce meno, non di più. Basta un grumo della misura di un pisello per una buona igiene mentale, e si risparmiano anche soldi”.

“Dobbiamo concentrarci non tanto sulla superficie dei denti, già protetti da saliva e acqua che tolgono le macchie, ma sulle gengive, sugli spazi interdentali e sui posti difficilmente raggiungibili, un dente per volta per ottenere il risultato migliore”.

“Spazzolate con gentilezza. Farlo con troppa veemenza danneggia lo smalto e infiamma le gengive. Un trucchetto per dosare la potenza è questo: tenete lo spazzolino con le dita come un pennello, non stringetelo con il palmo della mano”.

“Non spazzolate mai per meno di due minuti e, quando avete finito con i denti, passate alla lingua, che contiene batteri che causano alitosi. Se non avete uno spazzolino elettrico con timer, usate un cronometro, perché durante l’operazione si perde spesso la concezione del tempo”.

“Quasi tutti, dopo essersi lavati i denti, risciacquano la bocca, un gesto per niente utile perché non permette al dentifricio di agire nel modo corretto. Basta sputare. Risciacquate semmai dopo una mezz’ora, quando il dentifricio ha lavorato al meglio”.

“In genere si cambia lo spazzolino una volta l’anno, invece sarebbe opportuno farlo ogni tre mesi. Gli spazzolini con il tempo diventano strumenti davvero poco igienici, inoltre le setole si ammorbidiscono, si curvano e non riescono più a funzionare bene. Le setole morbide o extra-morbide sono le più adatte”.

“Ogni volta che tirate lo scarico in bagno, particelle fecali finiscono nell’aria, perciò mettete gli spazzolini più lontano possibile dal water e chiudete sempre la tavoletta, lavatevi le mani prima di impugnare lo spazzolino”.

“L’aria del bagno non è delle migliori, ma chiudere lo spazzolino in un contenitore è peggio perché i batteri proliferano. Fategli prendere aria”.

To Top